Strage di via D'Amelio, Musumeci ricorda il giudice Borsellino e la scorta
Strage di via D'Amelio, Musumeci ricorda il giudice Borsellino e la scorta

Per il presidente della Regione "occorre una seria riflessione sull'impegno dello Stato"

La Regione Informa
ISOLE MINORI - Visita lampo di Musumeci a Pantelleria
ISOLE MINORI

Visita a Pantelleria per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il governatore, accompagnato dagli assessori Gaetano Armao, Edy Bandiera e Mimmo Turano e dal dirigente generale del dipartimento dell'Agricoltura Dario Cartabellotta, ha avuto modo di testimoniare la vicinanza dell'esecutivo alla comunità isolana. Fittissima l'agenda di appuntamenti di Musumeci nella visita lampo nella cittadina trapanese. Al suo arrivo in aeroporto, il governatore è stato accolto dal sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo. La prima tappa è stata al porto dove è ormeggiata la nave scuola "Palinuro" della Marina militare. A Musumeci sono stati resi gli onori militari, da parte degli ufficiali di bordo, che hanno poi illustrato al presidente le caratteristiche del ponte di comando della storica imbarcazione. «E' stata una bella esperienza esaltante - ha detto Musumeci - fitta, intensa, faticosa, ma certamente una grande soddisfazione per chi ha potuto, come me, conoscere, tra le pieghe della realtà economica, sociale e culturale, una terra straordinaria che ha tante potenzialità. Che ha fatto tanti passi avanti, ma può ancora fare tanta strada. Come governo regionale stiamo sostenendo l'isola nel consolidamento delle sue infrastrutture, a cominciare da quelle portuali per le quali abbiamo stanziato oltre due milioni di euro. Il consolidamento del porto potrà infatti consentire nel futuro l'attracco anche di navi di una certa stazza. Inserire Pantelleria nel novero delle tappe turistiche più importanti del Mediterraneo è un obiettivo ambizioso che vogliamo perseguire insieme alla comunità locale».Quindi il corteo presidenziale si è spostato dinanzi alla lapide che ricorda l'eccidio di via D'Amelio, del quale ricorre oggi il 27esimo anniversario, per tributare un omaggio alle vittime della strage. Successivamente Musumeci si è recato nel nosocomio dell'isola per un sopralluogo all'interno della struttura: una occasione per raccogliere le istanze del personale medico e paramedico. «Ho anche visitato l'ospedale, alcune aziende - ha detto - sono contento di avere conosciuto un'isola nell'isola. Una realtà che può essere indicata come modello di equilibrio di rispetto ambientale non soltanto in Italia ma anche nel resto del mondo». Il governatore si è quindi recato al Castello di Pantelleria, dove ha visitato l'esposizione archeologica custodita al suo interno. Qui ha potuto ammirare i reperti greci e romani. In particolare il presidente si è soffermato davanti alle tre teste marmoree risalenti al I secolo dopo Cristo. La visita è proseguita poi all'interno della sede del Parco nazionale dell'Isola di Pantelleria. Qui, accompagnato dal presidente Salvatore Gabriele, ha assistito alla proiezione di un video che racconta i tesori paesaggistici, naturali e faunistici del territorio. «Servono interventi sulla viabilità e sugli spazi culturali - sottolinea Musumeci - siamo accanto alla popolazione pantesca, siamo aperti al dialogo con l'amministrazione comunale e tutti gli operatori economici e culturali che lavorano sull'isola. Siamo convinti che il turismo di qualità, che guarda con particolare attenzione al paesaggio e ai beni culturali, possa e debba ancora crescere. E poi c'è l'agricoltura, una tradizione che va conservata nella propria identità trasmessa da padre in figlio nei secoli». Prima di ritornare in aeroporto, il governatore si è soffermato alcuni minuti ad ammirare lo spettacolo del lago di Venere, nell'entroterra della piccola isola. «Sono contento di tornare a Palermo con la consapevolezza di avere conosciuto la più grande tra le isole minori siciliane che ha dimostrato perseveranza, tenacia, e noi vogliamo accompagnarla in questo processo di crescita».



VIABILITÀ - Cinque mln per monitorare ponti, viadotti e gallerie
VIABILITÀ

Supera i cinque milioni di euro la cifra stanziata dal Governo Musumeci per il maxi monitoraggio straordinario di ponti, viadotti e gallerie di competenza delle ex Province siciliane. «Stiamo intervenendo - ha commentato l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone - in sostituzione delle Province che, dopo gli errori del passato, non riescono più a far fronte ai loro compiti istituzionali. Il Governo regionale, in tal modo, investe ingenti risorse nel recupero della viabilità provinciale in abbandono - prosegue l'assessore - mettendo la sicurezza dei siciliani al primo posto. Prende corpo, così, un ampio piano di verifiche che fornirà una mappa dettagliata ed aggiornata sulla salute delle infrastrutture viarie provinciali dell'intera Isola.



BENI CULTURALI - Paliotti del Seicento in mostra al Castello Ursino
BENI CULTURALI

Verrà inaugurata domani (sabato 20 luglio), alle 10.30, al Castello Ursino di Catania la mostra "Architetture barocche in argento e corallo", organizzata dalla Regione Siciliana. Fino al 20 ottobre l'Isola sarà la sede espositiva di ventisette capolavori in argento, corallo e filato d'oro realizzati, tra il 1650 e il 1772, nei laboratori artistici dell'Isola da maestranze trapanesi e messinesi. Il "paliotto", protagonista dell'esposizione, per la sua collocazione all'interno dello spazio scenografico della chiesa, trova nella lunga storia degli arredi sacri molteplici versioni interpretative di tecniche artistiche, materiali e soluzioni decorative e si distingue per le precise soluzioni determinate dallo schema compositivo e dal materiale impiegato. Tra gli esemplari più suggestivi vi sono quelli interamente realizzati in argento e quelli mobili con supporto tessile ricamato in cui i principali materiali usati sono l'oro e l'argento, per i filati, i fili di seta policroma, ma anche le perle, le gemme, tra le quali il corallo, al quale fin dall'antichità si sono attribuiti significati e proprietà che lo hanno legato al sacro. L'esposizione è stata ideata da Rosalba Panvini e Salvatore Rizzo, Curatore anche della ristampa del catalogo che accompagnerà il percorso museale. «La mostra - evidenzia il governatore Nello Musumeci - è un evento che celebra la grande capacità e creatività delle maestranze siciliane che, nel corso dei secoli, sono state protagoniste di realizzazioni che pochi eguali hanno nel mondo. La spiritualità e il senso del sacro, che in Sicilia hanno origini antichissime, trovano nel Barocco la massima rappresentazione artistica la cui magnificenza è stata trasmessa fino a noi dai paliotti esposti. Questa mostra diventa il veicolo per la conoscenza di tali straordinari apparati mobili decorativi, che vengono proposti ai visitatori al di fuori degli spazi di culto e del rito cattolico e che faranno apprezzare l'importanza e la magnificenza delle officine dell'Isola. Un ringraziamento va al dirigente generale del dipartimento dei Beni culturali Sergio Alessandro e alla soprintendente di Catania Rosalba Panvini per l'impegno e la celerità messi nell'organizzazione dell'esposizione e all'amministrazione comunale di Catania, al sindaco Pogliese e all'assessore alla Cultura Mirabella, per avere concesso i locali di Castello Ursino, condividendo la valenza del progetto per offrire alla città una manifestazione di alto profilo culturale». Tra il Seicento e il Settecento, durante l'affermazione dello stile Barocco, in Sicilia, il paliotto costituì il fulcro costante degli apparati decorativi della chiesa e soprattutto particolari sono quelli a soggetto architettonico in cui l'iconografia che li caratterizza è incentrata sulla rappresentazione di elementi di vario genere quali il portico, il belvedere, il prospetto dei palazzi, il pergolato che sorge nei rigogliosi giardini o spazi urbani, le vedute naturalistiche sempre in prospettive centrali. L'opulenza del manufatto, i temi trattati e i colori usati diventarono anche il mezzo per comunicare ai fedeli attraverso la bellezza la grandezza di Dio, ma anche strumento per celebrare il potere terreno della Chiesa.



CORPO FORESTALE - Nuovo passo verso i concorsi
CORPO FORESTALE

«Allo sblocco del turn-over, avvenuto lo scorso anno, si aggiunge adesso la determinazione della dotazione organica in ottocento agenti. Prosegue, quindi, il percorso del governo regionale per rendere più attivo e dinamico il Corpo forestale siciliano. Il prossimo passo, dopo l'individuazione delle risorse economiche, saranno i concorsi». Lo dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo l'approvazione all'Ars dell'articolo 8 del collegato alla legge finanziaria. A seguito di una norma del 2015, poi abrogata nel 2018, sono state stoppate tutte le selezioni con il risultato che, a causa dei pensionamenti, l'organico si è ridotto del 40 per cento e con un'eta media di oltre cinquant'anni. In particolare, nel ruolo di agenti, attualmente sono in servizio appena 26 persone. «La norma approvata oggi - aggiunge l'assessore al Territorio Toto Cordaro - è stata fortemente voluta dal governo Musumeci. Adesso, insieme al Parlamento, individueremo le risorse umane e finanziarie da mettere in campo per riportare il Corpo forestale e, in particolare, il Servizio antincendio boschivo, all'efficienza che la Sicilia merita».



PROTEZIONE CIVILE - Terremoti, esercitazione nella Valle del Belice
PROTEZIONE CIVILE

È in piena fase di svolgimento a Poggioreale Antica, nella Valle del Belìce, l'esercitazione internazionale "Modex Sicily 2019" che vede impegnate squadre specializzate nella ricerca e nel soccorso in ambito urbano provenienti da Marocco, Regno Unito, Repubblica Ceca, Francia e Israele. L'esercitazione - programmata dal 16 al 19 luglio - fa parte delle attività di formazione e prevenzione attraverso cui testare la funzionalità del meccanismo di Protezione civile europeo in caso di eventi sismici.
Si tratta di un lavoro di coordinamento che vede impegnati, per 48 ore consecutive, 4 team Usar (Urban search and rescue) in attività che comportano la verifica della capacità di dispiegamento, le abilità acquisite nonché l'attitudine a lavorare in squadra e interagire operativamente in caso di calamità.
"La scelta di Poggioreale Antica - dichiara Calogero Foti, responsabile del dipartimento di Protezione civile della Regione Siciliana - non è casuale, ma si può considerare come la prova generale di un più ampio progetto che vede nel centro storico abbandonato della città, lo scenario ideale per la realizzazione della Pia - Poggioreale iInternational academy - centro di alta formazione nell'ambito delle attività di protezione civile. L'Accademia si pone tra le iniziative di grande profilo volute dal Governo regionale in collaborazione con il dipartimento della Protezione civile della presidenza del Consiglio dei Ministri. L'Accademia curerà l'alta formazione specializzando figure professionali qualificate capaci di intervenire, con specifiche competenze, in occasione di eventi calamitosi".
In particolare il progetto prevede la formazione continua in materia di ricerca e soccorso in ambiente urbano, la formazione di tecnici rilevatori del danno, di tecnici specializzati nella messa in sicurezza dei beni culturali, di addestramento e perfezionamento delle unità cinofile. Il campo scuola provvederà, inoltre, anche alla formazione dei volontari il cui apporto è particolarmente prezioso per gli interventi sui territori colpiti da eventi calamitosi. Le attività saranno svolte attivando la massima sinergia con gli uffici dell'amministrazione regionale, in particolare l'assessorato dei Beni culturali e dell'identità siciliana.
Fiore all'occhiello del progetto sarà la realizzazione del "Museo del sisma" all'interno del quale saranno allestite sale multimediali e sarà possibile fare esperienza di un terremoto, attraverso particolari strumenti di simulazione. Lo spazio museale, oltre che un luogo della memoria, sarà anche una importante struttura dove educare i giovani alla comprensione del fenomeno sismico e far conoscere loro i comportamenti da assumere in caso di necessità.
L'esercitazione in corso a Poggioreale che, per per le azioni di ricerca e soccorso ha coinvolto anche il vecchio centro di Montevago, ha un presidio all'aeroporto di Trapani-Birgi dove si svolgono le fasi di accoglienza dei team nel paese colpito dell'evento.
Nell'operazione in corso sono coinvolte circa 200 unità provenienti dai paesi partecipanti cui si aggiungono le unità di servizio italiane chiamate a fornire la logistica, i figuranti che ricoprono diversi ruoli nello scenario di simulazione del sisma, in particolare quello di "vittime" e di richiedenti soccorso.
Tra le presenze particolarmente operative, le squadre del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che con la loro esperienza contribuiscono anche a rendere più realistica la simulazione e, quindi, più efficace l'esercitazione.



FORMAZIONE PROFESSIONALE - Commissione Ars approva ddl di riforma del governo
FORMAZIONE PROFESSIONALE

La commissione Cultura, formazione e lavoro dell'Assemblea regionale siciliana ha approvato all'unanimità il disegno di legge che potrà riformare il sistema della formazione professionale. Il governo Musumeci ha seguito con attenzione i lavori della Commissione e ha operato in sinergia con tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione, ne esprime piena soddisfazione l'assessore all'istruzione e alla formazione professionale Roberto Lagalla.
"Il nostro impegno - spiega Lagalla - è stato orientato alla tutela del personale della formazione professionale, alla valorizzazione dei percorsi di istruzione tecnico-superiore e al raccordo tra il sistema dell'istruzione e quello della formazione, avendo particolare riguardo alle attività formative svolte in obbligo scolastico, in apprendistato e in azienda. È stata altresì accettata la proposta assessoriale di istituzione del Comitato regionale per la programmazione e il monitoraggio della formazione professionale. La riforma, condivisa con tutte le forze politiche, segna un passaggio politico particolarmente importante sia in termini di metodo e di elaborazione della proposta legislativa che in termini di superamento dei contenuti, ormai datati, della legge n.24 del '76. Esprimo quindi soddisfazione per questo primo significativo risultato, grazie al quale il disegno di legge nei prossimi mesi affronterà la prova d'Aula, a poca distanza dall'approvazione della Legge sul diritto allo studio. Il governo Musumeci, con il responsabile concorso delle forze politiche presenti in Assemblea, ha posto in 18 mesi le condizioni legislative per riformare profondamente i cruciali settori dell'istruzione e della formazione, ai quali occorre guardare oggi con spirito innovativo e volontà di cambiamento, per tentare il superamento dei ritardi e dello stato di povertà educativa che segnano la Sicilia, così come altre regioni del Mezzogiorno".



In evidenza

NOTIZIE

Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia

Aggiornamento del piano di gestione del distretto idrografico della Sicilia...

 

Dipartimento della funzione pubblica e del personale

Avviso - Sorteggio pubblico componenti commissioni esaminatrici bandi assunzione personale Ufficio Stampa e Documentazione...

 

Assessorato delle attività produttive

Avviso pubblico di ricerca di sponsorizzazioni per il Padiglione Italia a Expo Dubai 2020  (ex art.19 d.Lgs. 50/2016)...

 

Dipartimento delle autonomie locali

Avviso - Iscrizione seminario polizia municipale "La Comunicazione per la Polizia Locale: credibilità, immagine e motivazione al ruolo"

 ...

 

Dipartimento dell'energia

AVVISO PUBBLICO - Elettrodotto in cavo doppia terna a 150 KV "CP Augusta 2 - CP Filonero"

 ...

 

Dipartimento della funzione pubblica e del personale

Avviso pubblico - Consultazione per l'aggiornamento del codice di comportamento dei dipendenti della Regione Siciliana e degli enti, di cui all'art. 1 della legge regio...

 

Assessorato delle attività produttive

Avviso -  Expo Dubai 2020 - "Request for proposal per i partner tecnici per il Padiglione Italia"

Proroga termini

Per ulteriori informazioni:...

 

Segreteria generale

Avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla concessione da parte della Regione Siciliana di un sostegno economico sotto forma di contributo ex art. 128 L.R. 11/2010 e ss.mm.ii. - Eserc...

 

Segreteria generale

Pubblicazione Avviso di Udienza prevista per il giorno 9 maggio 2019, emesso dalla 5° Sezione Penale del Tribunale di Palermo ...

 

Dipartimento delle autonomie locali

Elezioni amministrative 2019 

Il 28 aprile 2019 si svolgeranno in Sicilia le consultazioni elettorali per le elezioni dei Sindaci e dei Consigli comunali di 34 Comuni,...

 

Dipartimento dell'energia

Avviso pubblico - Elettrodotto in cavo semplice terna a 150 kV "S.E. Melilli - C.P: Priolo" e demolizione degli elettrodotti aerei a 150 kV S.E. Melilli - C.P. Priolo&r...

 

Dipartimento del bilancio e del tesoro - Ragioneria generale della Regione

Manifestazione di interesse - Personale da inquadrare in posizione di comando ex art. 26, comma 12, l.r. 16/04/2003, n. 4 e ss.mm. ed ii...

 

Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza

Adozione del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPCT) - Aggiornamento 2019-2021. Il Presidente della Regione, con decreto n. 507/GAB del 31 gennaio 2019, su ...

 

Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Avviso pubblico per la presentazione di progetti relativi ad interventi per spese di investimento nel settore dei teatri.

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di co...

 

Presidenza della Regione

Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regionale. L'avviso di manifesta...

 

Assessorato delle attività produttive

EXPO DUBAI 2020 - Realizzazione padiglione Italia - Manifestazione di interesse

Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse - termine di presentazione...

 

Assessorato dell'energia e dei servizi di pubblica utilità

Servizio idrico integrato - Art.50, commi 1, 2 e 3, L.R.n.10/2011 - Comitato consultivo degli utenti - Designazioni...

 

Presidenza della Regione

Istituzione Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regio...

 

Dipartimento della pianificazione strategica

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Cos'è e come attivarlo....

 

Segreteria generale

Elenco delle procedure d'infrazione Europee di interesse della Regione...

 


Dall'Europa
Sicilia da Vivere