Home | Archivio La Regione Informa | SPETTACOLO - Arrivano le risorse per rilanciare enti e fondazioni

SPETTACOLO - Arrivano le risorse per rilanciare enti e fondazioni

SPETTACOLO - Arrivano le risorse per rilanciare enti e fondazioni

Un milione e mezzo di euro per risanare o rilanciare enti, associazioni, fondazioni. E' stato pubblicato oggi sulla Gazzetta ufficiale della Regione l'avviso per l'accesso al Fondo di rotazione per gli interventi straordinari: un'agevolazione finanziaria finalizzata a promuovere il risanamento delle gestioni e il rilancio delle attività di enti, associazioni e fondazioni a partecipazione pubblica, nonché delle associazioni teatrali e concertistiche (di cui all'articolo 6, comma 6, lettera a) della legge regionale 5 dicembre 2007, n. 25 e delle associazioni concertistiche di interesse regionale di cui all'art. 5, comma 1, lettera a) della legge regionale del 10 dicembre 1985, n.44)

«Questi fondi - spiega l'assessore allo Spettacolo Turismo Manlio Messina - serviranno a fare fronte allo stato di grave crisi finanziaria in cui versano, in particolare alcuni enti teatrali e musicali . Coloro che intendono usufruire delle agevolazioni dovranno però presentare un dettagliato Piano di risanamento dal quale si evinca la modalità di rilancio dell'ente e del rimborso della quota che si chiede in prestito. La norma, rifinanziata dal governo Musumeci, sarà certamente utile per consentire agli enti in difficoltà l'accesso al credito a condizioni vantaggiose. Il Fondo si autoalimenterà perché grazie ai rimborsi da parte degli enti finanziati si potrà ricostituire nel tempo».

L'agevolazione finanziaria è costituita da una quota erogata a titolo di prestito per una durata massima di 15 anni a tasso agevolato dall'istituto di credito che gestisce il fondo per le finalità indicate dal piano di risanamento presentato. Le risorse disponibili per il presente avviso ammontano complessivamente a 1,476 milioni di euro. Le condizioni del finanziamento (ossia della quota a restituzione) sono le seguenti: durata: fino a 15 anni, comprensivo di un periodo di pre-ammortamento, massimo di 3 anni (compresa la rata di allineamento relativa alla frazione di interesse iniziale necessaria a raggiungere il 30 giugno e il 31 dicembre dell'anno di erogazione); tasso di interesse agevolato; rimborso in rate semestrali posticipate costanti di capitale.