Home | Archivio La Regione Informa | DISSESTO IDROGEOLOGICO - Fiume MÓzaro, al via i lavori di dragaggio

DISSESTO IDROGEOLOGICO - Fiume MÓzaro, al via i lavori di dragaggio

DISSESTO IDROGEOLOGICO - Fiume MÓzaro, al via i lavori di dragaggio


11 ottobre 2019

SarÓ la Ecol 2000 srl di Messina ad effettuare i lavori di dragaggio del porto canale e della foce del fiume Mazaro di Mazara del Vallo. L'impresa se li Ŕ aggiudicati per un importo di 836mila euro. "Abbiamo rispettato rigorosamente i tempi tecnici della tabella di marcia e adesso, consumato anche l'ultimo, definitivo passaggio potrÓ essere messo in sicurezza il corso d'acqua esondato nel novembre dell'anno scorso con pesanti ripercussioni sul centro abitato della cittadina del Trapanese", afferma il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, alla guida dell'Ufficio contro il dissesto idrogeologico. Grazie all'intervento della Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce sarÓ, infatti, aumentata la profonditÓ dei fondali e, contestualmente, anche quella delle sezioni di portata del fiume, riducendo in tal modo la velocitÓ dei fenomeni di marrobbio che provocano una sensibile variazione del livello del mare. "Ci saranno - prosegue il governatore - notevoli benefici anche per le condizioni di navigabilitÓ del fiume: l'ingresso, il transito e le manovre di ormeggio delle navi potranno essere finalmente effettuate in condizioni di massima sicurezza".
Si tratterÓ di asportare, anzitutto, tutti i materiali giacenti sui fondali che, di fatto, ostacolano il deflusso verso il mare delle piene del Mazaro: cavi di acciaio, reti da pesca, sartiame, cavi di diversa natura, copertoni in gomma, legno, vetro, plastica, batterie esauste. La profonditÓ dell'acqua sarÓ portata a tre metri a partire dal ponte e fino al mercato del pesce, a quattro metri fino a piazzale Quinci e a sei metri per l'intero bacino di ponente e fino all'imboccatura del porto, per una superficie di circa 180 mila metri quadrati.