Home | Archivio La Regione Informa | SALUTE - Seus, accordo per pagamento straordinario

SALUTE - Seus, accordo per pagamento straordinario

SALUTE - Seus, accordo per pagamento straordinario

Ai lavoratori di Seus verrà riconosciuto il giusto compenso per le prestazioni svolte in straordinario. E' il risultato raggiunto al termine dell'incontro, avvenuto nella sede dell'assessorato regionale alla Salute, tra i rappresentati dei sindacati e e la società.
In particolare, le sigle sindacali firmatarie del contratto (ad eccezione della Uil) hanno ritenuto equa e vantaggiosa la proposta della società che ha previsto di corrispondere ai lavoratori (con decorrenza dal primo gennaio 2018 e fino alla data odierna e per i rapporti futuri) il compenso orario previsto dall'articolo 20 del Ccnl di riferimento.
Inoltre l'intesa prevede il riconoscimento "a saldo e stralcio" di quasi la totalità delle somme spettanti ai dipendenti (fin dall'anno 2009) a titolo di lavoro straordinario.
L'accordo, atteso da tempo e ritenuto 'storico' dagli stessi rappresentanti sindacali, è stato possibile grazie all'intervento promosso dall'assessore alla Salute, Ruggero Razza, che ha dato l'impulso per la destinazione, da parte di Seus, di oltre sei milioni di euro per sanare la situazione di grave indebitamento venutasi a creare durante le gestioni precedenti e per regolamentare in via definitiva il compenso orario.
Va ricordato, infatti, che fin dal 2009 i lavoratori della Seus hanno sempre effettuato ore di straordinario che non sono state poi oggetto di emolumento. La misura adottata, oltre a sanare il pregresso, consente di garantire nel future le condizioni il pagamento degli straordinari nei tempi previsti.
«Sono convinto che questo accordo - spiega l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza - possa segnare l'avvio di un "nuovo corso" nei rapporti tra il Cda di Seus e le organizzazioni sindacali. Un'intesa che deve coincidere da subito con lo sviluppo, altamente concorrenziale, dei servizi offerti dalla società mediante nuove ambulanze, nuove divise, nuovi servizi di supporto e con l'attenzione alla qualità e alle esigenze dei lavoratori ai quali chiediamo di operare con rigore e professionalità».