Home | Archivio La Regione Informa | NOTTE DEI LICEI - Il messaggio dell'assessore Lagalla agli studenti

NOTTE DEI LICEI - Il messaggio di Lagalla agli studenti

NOTTE DEI LICEI - Il messaggio di Lagalla agli studenti


17 gennaio 2020

In occasione della sesta edizione della Notte nazionale del Liceo classico, l'assessore all'Istruzione Roberto Lagalla ha inviato un messaggio ai tutti gli studenti siciliani che da questo pomeriggio, aprendo al pubblico le porte dei loro istituti, saranno protagonisti di attività didattiche, d'intrattenimento, letture, cineforum e dibattiti. Sono 436 gli istituti che in tutta Italia parteciperanno a questa importante manifestazione, nata in Sicilia ed estesa a tutte le altre regioni del Paese.

«Lo studio della cultura umanistica, in un momento storico così complesso e mutevole, è più che mai attuale e, soprattutto, necessaria - sottolinea il componente del governo Musumeci - perché la giusta interpretazione del presente, come dico spesso, non può prescindere da un'attenta lettura e conoscenza dei fatti storici che l'hanno preceduto. Gli studi classici nutrono le menti dei giovani, favoriscono lo sviluppo del pensiero critico e le rendono pronte a reinterpretare la realtà, per sviluppare soluzioni innovative ed immaginare possibili scenari futuri. Questo è il messaggio che oggi voglio trasmettere agli studenti, che spero affrontino i loro studi con dedizione e soprattutto con vivace curiosità, perché solo la conoscenza può offrire loro i migliori strumenti per costruire il proprio futuro».

E continua: «L'iniziativa di oggi è certamente un momento molto significativo, che darà a tutti la possibilità di raccontarsi e di raccontare il loro percorso di studio e non solo. Sarà anche una preziosa occasione di condivisione che contribuirà alla conoscenza ed alla comprensione di personaggi, eventi, momenti storici significativi della cultura classica. Io stesso, come ogni anno, parteciperò ad alcune iniziative per esprimere agli studenti e alle studentesse siciliane, ai loro docenti e ai dirigenti scolastici, il personale compiacimento e la vicinanza del governo regionale per le attività che prenderanno vita nelle prossime ore. Mi auguro quindi la più ampia partecipazione».