Home | Archivio La Regione Informa | VIABILITÀ - Si interviene sulla provinciale per Segesta

VIABILITÀ - Si interviene sulla provinciale per Segesta

VIABILITÀ - Si interviene sulla provinciale per Segesta

Un altro tratto della disastrata rete stradale dell'Isola sarà presto messo in sicurezza e, ancora una volta, è la Regione Siciliana a farsi carico della progettazione esecutiva dell'intervento, attraverso l'Ufficio speciale che il presidente Nello Musumeci ha costituito a Palazzo d'Orleans. Si tratta della strada provinciale 2 "Castellammare del Golfo - Ponte Bagni Segesta". Il progetto, elaborato dalla Struttura diretta dall'ingegnere Leonardo Santoro, interessa circa quattro chilometri di manto stradale e consentirà di eliminare diverse criticità causate negli anni da fenomeni di dissesto idrogeologico.
«Si tratta - spiega il governatore Musumeci - di un'arteria strategica per la zona del Trapanese poiché permette di raggiungere l'area archeologica di Segesta e la zona delle Terme, meta di migliaia di visitatori durante tutto l'anno. E' indispensabile intervenire in una fase, quella della progettazione, le cui carenze costituiscono la causa principale di tante incompiute: solo così, finalmente, possiamo aprire i cantieri, garantendo strade più sicure e utilizzando al meglio le risorse a disposizione».
L'opera rientra nel "Piano strade" varato dal governo regionale e i lavori, il cui inizio è previsto entro la fine dell'anno, sono stati finanziati con due milioni di euro provenienti dall'Accordo di programma quadro sottoscritto nel 2017.
Si interverrà su barriere, pavimentazione e segnaletica. E' prevista la realizzazione di nuovi muri rivestiti in pietra e di una serie di gabbionate di protezione e di sostegno del corpo stradale a basso impatto ambientale. Dovrà, inoltre, essere ristrutturata l'intera rete di convogliamento delle acque piovane.
«E nei prossimi mesi - annuncia Musumeci - avremo a disposizione una serie di importanti progettazioni esecutive che consentiranno di avviare tante opere che rischiavano di rimanere soltanto sulla carta, nonostante gli ingenti fondi già stanziati. La Regione continuerà senza sosta a fare la propria parte per l'ammodernamento della viabilità dell'Isola».