Domenica, 19 settembre 2021
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dell'economia | Dipartimento delle finanze e del credito | Aree tematiche | Portale Tributi | Resto_al_sud_2020 | Soggetti ammessi al contributo 15_31 maggio 2021

Soggetti ammessi al contributo che hanno presentato per l'anno 2021 l'istanza nel periodo compreso tra il 15 e il 31 maggio

Con decreto dirigenziale del Dipartimento Finanze e Credito dell'Assessorato regionale dell'Economia n.452 del 23 giugno 2021, pubblicato sul sito internet istituzionale della Regione Siciliana, sono stati ammessi al contributo previsto dall'articolo 17 della legge regionale 12 maggio 2020, n. 9, i soggetti che hanno presentato per l'anno 2021 l'istanza nel periodo compreso tra il 15 e il 31 maggio.

La pubblicazione del suddetto provvedimento, contenente l'elenco degli ammessi con i relativi contributi assegnati, costituisce comunicazione ufficiale ai beneficiari del riconoscimento del contributo, pertanto gli interessati non riceveranno alcuna ulteriore Pec di conferma.

Per poter utilizzare il contributo in compensazione, i soggetti ammessi sono tenuti a trasmettere all'Assessorato regionale dell'Economia - Dipartimento Finanze e Credito nel mese di ottobre, secondo quanto previsto dall'articolo 4, comma 4, del D.P.Reg. 5 novembre 2020, n. 28, apposita perizia giurata, redatta da soggetti iscritti all'albo dei dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali, nonché nell'elenco dei revisori contabili.

La suddetta perizia giurata, che dovrà essere redatta in conformità all'articolo 4, comma 4, del citato D.P.Reg. n. 28/2020, nonchè secondo le indicazioni contenute nella Circolare dell'Assessorato dell'Economia - Dipartimento delle Finanze e del Credito n. 1_2020, dovrà essere inviata via PEC all'indirizzo dipartimento.finanze1@certmail.regione.sicilia.it, secondo lo schema di seguito esemplificato:
- entro ottobre 2022, per i versamenti delle imposte relativi all'anno d'imposta 2021;
- entro ottobre 2023, per i versamenti delle imposte relativi all'anno d'imposta 2022;
- entro ottobre 2024, per i versamenti delle imposte relativi all'anno d'imposta 2023;

Successivamente, effettuati i dovuti controlli, l'Assessorato regionale dell'Economia - Dipartimento Finanze e Credito provvederà a trasmettere al soggetto beneficiario, all'indirizzo PEC indicato nell'istanza, apposita comunicazione circa l'esito del controllo, ivi compresa la verifica della regolarità del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), laddove previsto, e l' eventuale acquisizione dell'informazione antimafia liberatoria, così come previsto dall'articolo 4, comma 4, del Regolamento, del D.P.Reg. n. 28/2020.

Il contributo potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle entrate, a decorrere dal giorno 10 del mese successivo a quello in cui l'Assessorato regionale dell'Economia - Dipartimento Finanze e Credito - ha effettuato la sopracitata comunicazione via PEC.
Sarà data tempestiva comunicazione del codice tributo da indicare nel modello F24, istituito dall'Agenzia delle Entrate.

Per consentire all'Agenzia delle Entrate di effettuare i controlli di propria competenza, il Dipartimento delle Finanze e del Credito dell'Assessorato regionale dell'Economia trasmette alla predetta Agenzia, entro il giorno 5 di ogni mese, i dati dei soggetti ai quali, nel mese precedente, è stato comunicato il riconoscimento del contributo, con i codici fiscali e i relativi importi, nonché le eventuali variazioni e/o revoche intervenute nel detto mese.