Home | Strutture regionali | Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica | Dipartimento della funzione pubblica e del personale | Comitato Unico di Garanzia | archivio

Organizzazioni Sindacali

Bilancio di Genere

Bilancio di Genere
Il Presidente del CUG dell'Università di Ferrara, Dott.ssa Cinzia Mancini, ha chiesto al Presidente del CUG della Regione Siciliana di potere avviare un fattivo processo di condivisione e interazione sul progetto "Bilancio di Genere per le Pubbliche Amministrazioni" a beneficio delle Regioni Obiettivo Convergenza.
Il progetto è volto a diffondere l'utilizzo del "Bilancio di Genere" quale strumento di programmazione e monitoraggio delle politiche e spese pubbliche.
Nell'ambito dello specifico PON relativo all'accordo con l'Università di Ferrara, il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha previsto una specifica azione dedicata al sostegno delle iniziative di "Bilancio di Genere".
Attraverso tale Accordo si intende principalmente:
raccogliere le più significative esperienze di modelli di "Bilancio di Genere" nei diversi Enti pubblici, realizzati a livello locale, nazionale europeo e internazionale;
definire template di bilanci di genere volti a monitorare la presenza di donne e uomini negli Enti pubblici e a programmare le necessarie azioni di promozione delle pari opportunità;
trasferire i modelli individuati per la redazione del bilancio di genere a livello territoriale.
In ottemperanza alla Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 04-03-2011, che indica fra i compiti del CUG la predisposizione del bilancio di genere nell'ambito delle analisi e programmazione di genere che considerino le esigenze delle donne e quelle degli uomini, il Presidente del CUG ha raccolto l'interesse della Regione Siciliana e, ancor prima di partecipare al primo incontro operativo del gruppo di ricerca interdisciplinare che si è svolto presso l'Università degli Studi di Ferrara in data 02-09-2015, ha acquisito, tra le informazioni necessarie al progetto, le liste di indicatori.
In particolare, si segnala il sostegno alla sperimentazione assicurato da parte della Segreteria Generale, dell'Assemblea Regionale Siciliana e del Dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personale (Dirigenti dei Servizi 2 - 4 - 7 - 15), che hanno tempestivamente fornito i dati richiesti.
In occasione della riunione del 02-09-2015, presieduta dalla Prof.ssa Cristiana Fioravanti, docente di Diritto dell'Unione Europea e delegata per le Pari Opportunità dal Rettore dell'Università di Ferrara, il Presidente del CUG ha sottolineato le specificità e le potenzialità della Regione Siciliana, funzionali alla realizzazione di modelli di Bilancio di Genere personalizzati, secondo la struttura dell'Amministrazione, nonché la propensione all'implementazione del gender mainstreaming.



Comunicati

Il Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, ha avviato le attività per effettuare uno studio sul benessere organizzativo dei dipendenti.

L'indagine si svolgerà con la somministrazione di un Questionario.

Il rilevamento si propone di analizzare diversi aspetti della vita in ufficio tra cui la sicurezza, le relazioni con i colleghi e con i superiori.



FORUM CUG Pubblica Amministrazione

Gentile dott.ssa Maria Rita Comparetti,
faccio seguito alla telefonata informale avuta stamane e rispondo a nome del Coordinamento del Forum dei CUG.
Ci fa molto piacere avere, all'interno del Forum, una presenza così fortemente rappresentativa dei CUG per il Sud e le Isole. Terremo presente la sua richiesta di adesione al Forum sia in qualità di Presidente del CUG della Regione Siciliana, che di Responsabile del procedimento del Tavolo InterCUG Regioni Meridionali e Isole - Regioni a Statuto differenziato.
Per quanto riguarda la programmazione 2017, il Forum dei CUG aveva tra i compiti l'organizzazione e la buona riuscita del Congresso, inserito tra gli appuntamenti più importanti del Forum PA, in quanto abbiamo avuto l'onore di avere la Ministra Marianna Madia all'apertura dei lavori, che ha presentato in anteprima la direttiva sullo Smart Working, successivamente pubblicata come Direttiva 3/17 il 1 giugno. Le persone iscritte all'evento sono state 545 prova dell'interesse sui nostri temi.
Il 7 giugno il Forum dei Cug si è riunito in seduta plenaria e ha indicato alcune linee di programmazione da sviluppare entro fine anno che saranno riportate nel verbale che verrà inviato a breve. Avremo quindi modo di incontrarci prossimamente e comunque di poter seguire le nostre iniziative e i nostri lavori.
Le allego un po' di materiale aggiornato, utilizzato per il recente evento e in attesa del prossimo appuntamento del Forum dei CUG, già calendarizzato per il 21.9.2017.
A nome del Coordinamento del Forum dei CUG invio cordiali saluti a lei e alla dott.ssa Ersilia Amatruda, coordinatore del Tavolo InterCUG, augurandovi buon lavoro per tutte le importanti iniziative che state organizzando nelle vostre Regioni.
Mariarosa Caporali



Vetrina delle Eccellenze

Giovedì 18 maggio 2017, nel Palazzo dei Leoni della Città Metropolitana di Messina, si è svolto il Convegno regionale AIF - Pubblica Amministrazione, promosso dall'Associazione Italiana Formatori, sul tema "Esperienze e buone pratiche per la Formazione nelle Pubbliche Amministrazioni siciliane - Vetrina delle eccellenze".
Tra i relatori, è intervenuto il Gruppo di studio "Osservatorio sulle Pubbliche Amministrazioni". Erano, inoltre, rappresentati: il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Catania, il comune di Palermo, il comune di Siracusa, il comune di Mazara del Vallo.
Dopo l'intervento del Sindaco e del Segretario generale della Città Metropolitana di Messina, che hanno evidenziato come la Pubblica Amministrazione dovrà rappresentare l'unico ponte che può unire i cittadini ai propri diritti fondamentali e alla propria identità collettiva, esaltando il ruolo della "Comunità di pratica", i relatori si sono confrontati su esperienze trasparenti e integrate, analisi dei valori etici dell'organizzazione e responsabilità della PA nella gestione del bene comune.
Il CUG della Regione Siciliana è stato individuato per la Vetrina delle Eccellenze e il Presidente del CUG, Dott.ssa Maria Rita Comparetti ha relazionato sul tema "Dal Progetto InterCUG dei Presidenti CUG delle Regioni meridionali e Isole ai tavoli tecnici intercomunali InterCUG della Regione Siciliana: Formazione all'esercizio del ruolo e trasferimento del know how del primo CUG della Regione Siciliana".



Euro-Mediterranean Charter for Equality between women and men in local life
Nei giorni 30 settembre e 1° ottobre 2016 si è svolto, nella sala Pio La Torre dell'Assemblea Regionale Siciliana, il 2° Meeting del RET (Regional Elaboration Team), durante il quale è stata ultimata la redazione della Carta Euro- Mediterranea per l'uguaglianza fra donne e uomini nella vita locale, che rappresenta uno dei principali risultati del Progetto UE "Promotion of Policies for Equality in Euro-Med Region".
Leader del Progetto è il COPPEM (Comitato Permanente per il Partenariato Euro-Mediterraneo dei poteri locali e regionali). Tra i rappresentanti delle autorità locali e della società civile (Algeria, Malta, Palestina, Spagna, Egitto, Turchia e Francia) era invitata all'evento conclusivo la Presidente del CUG della Regione Siciliana, Dott.ssa Maria Rita Comparetti, per esprimere opinioni e proposte e condividere con gli altri attori istituzionali e internazionali le future strategie di promozione della Carta. Peraltro, la stessa aveva già presenziato al 1° Meeting del RET (30 maggio 2016 presso Villa Malfitano), avendo preso parte attiva al Progetto, sin dall'incontro nazionale "L'uguaglianza inizia dal basso: le buone pratiche a livello locale per la parità di genere in Italia", svoltosi il 7 luglio 2015 presso il Dipartimento Affari Extraregionali della Presidenza della Regione Siciliana, e trasmesso al COPPEM un documento condiviso con le componenti CUG Maria La Russa e Francesca Profeta, e le Consigliere di Parità Alessandra Cascio e Mariella Consoli.
Gli output del Progetto saranno presentati a Madrid nella Conferenza finale MedEquality, che si svolgerà il 21 e 22 novembre 2016, e in tale occasione alcune istituzioni locali e regionali, e associazioni delle autorità locali, firmeranno ufficialmente la Carta.
 



Seduta del 23 marzo 2015

Nella seduta del 23 marzo 2015 il Comitato Unico di Garanzia della Regione Siciliana ha ascoltato la relazione dell'Ing. Giancarlo Teresi, Dirigente del Servizio 7 Interdipartimentale - Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, sul tema " Prevenzione e Protezione della Sicurezza e della Salute sui luoghi di lavoro: modelli gestionali delle risorse umane e innovazione tecnologica". E' stata, altresì, invitata per assistere alla seduta la Dott.ssa Francesca Augello, Dirigente dell'U.O. 1 del Servizio 1 - Fabbisogno del personale, programmazione delle assunzioni, reclutamento mobilità.
Il Presidente del CUG, nel presentare l'Ing. Teresi, ne ha descritto la competenza storica e normativa, nonché il coinvolgimento in diversi ambiti territoriali istituzionali per tutti i profili della sicurezza dei lavoratori.
L'invito e la richiesta di intervento all'Ing. Teresi sono scaturiti dalla necessità da parte del CUG di interloquire con particolari soggetti istituzionali, già esistenti nell'Amministrazione regionale, con l'obbiettivo di creare una rete di interazione collaborativa.
L'Ing. Teresi ha relazionato sulle sue personali esperienze in Organismi paritetici e territoriali, sulle finalità di formazione e informazione, sulle buone prassi, sull'esperienza di formatore e di docente universitario espletata presso le Facoltà di Ingegneria e di Medicina, in particolare nella cattedra di Bio-Ingegneria.
Ha, inoltre, comunicato di avere intrapreso iniziative progettuali con l'UNAR e con il Presidente del CUG della Regione Siciliana, nella direzione della sicurezza dei lavoratori a rischio di discriminazione.
Dopo un'attenta disamina della gerarchia delle fonti normative, delle problematiche della sorveglianza sanitaria e dei rischi dei lavoratori, l'Ing. Teresi ha prospettato diverse linee propositive, tra cui l'ipotesi di partire da un confronto regionale per potere, analogamente a quanto applicato nelle altre regioni, spostare l'asse di attenzione e di intervento verso la creazione di nuove strutture trasversali, deputate a svolgere le mansioni regionali e territoriali in tema di Prevenzione, Protezione e Sicurezza, superando la logica frammentaria della competenza dipartimentale.
Il Presidente ha ringraziato l'Ing. Teresi perché ha confermato la sua disponibilità alta e continua per intervenire in successive iniziative del Comitato Unico di Garanzia, sperimentando buone prassi.

 



Seduta 24 novembre 2014

Il Comitato Unico di Garanzia, nella seduta ordinaria tenutasi giorno 24-11-2014, ha invitato in audizione la Consigliera provinciale di Parità di Palermo e i responsabili dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (S.Pre.S.A.L.) delle Aziende Sanitarie Provinciali di Palermo e di Catania.
Nei rispettivi interventi formativi hanno relazionato, per lo S.Pre.S.A.L. di Palermo, il Dott. Bruno Marsala, nella sua qualità di dirigente dell'UOS Assistenza, Informazione e Formazione e il Dott. Eduardo Costagliola, nella sua qualità di dirigente dell'UOS Controllo e Vigilanza; per lo S.Pre.S.A.L. di Catania, il Dott. Santo De Luca, in quanto dirigente dell'UOS Controllo e Vigilanza.
In particolare sono emersi importanti approfondimenti sui compiti istituzionali dello S.Pre.S.A.L., che risponde anche a molteplici esigenze di formazione, con interventi mirati, indirizzati altresì ai Medici Competenti.
I medici relatori hanno preso atto del fenomeno dello stress lavoro correlato, come manifestazione di un disagio, sottolineando gli obblighi del datore di lavoro di assicurare l'adempimento della valutazione di esso, chiedendo altresì ai componenti di parte sindacale del CUG di sensibilizzare le rispettive Organizzazioni Sindacali nella direzione di una maggiore collaborazione sin dalla fase della formulazione degli esposti.
Il Dott. Bruno Marsala si è soffermato sui vari interlocutori destinatari della formazione e sulle varie tipologie dei corsi, nonché sulle funzioni dell'ambulatorio che si occupa di mobbing, e sul progetto di costituzione di un gruppo "Stress lavoro correlato".
Il Dott. Eduardo Costagliola ha effettuato una disamina dei diversi profili della vigilanza e dell'attività sanzionatoria, sottolineando il ruolo della prevenzione, nonché i compiti istituzionali dei medici dello S.Pre.S.A.L., anche nei casi di malattie professionali e infortuni sul lavoro.
Il Dott. Costagliola ha evidenziato inoltre gli ambiti e i vari contesti (cantieri edili, ponteggi, imprese agricole, etc.) oggetto di controllo e i meccanismi previsti dalle norme vigenti a carico del datore di lavoro destinatario delle sanzioni.
Il Dott. Costagliola si sofferma sulle problematiche legate al controllo del mobbing, alle carenze normative e procedurali e alla difficoltà di pervenire a un riconoscimento della colpa del datore di lavoro, denunciato di mobbing.
Il Dott. De Luca ha affrontato in maniera articolata e complessa le problematiche relative al Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.), della formazione obbligatoria dei lavoratori, con particolare attenzione alle imprese familiari e ai lavoratori migranti. Inoltre, ha spiegato il significato della cosiddetta "sindrome del corridoio", la mancata cultura da parte del datore di lavoro del significato del concetto di stress, degli obblighi dei dirigenti di fatto, chiedendo un sempre maggiore coinvolgimento dei rappresentanti delle OO.SS. nei confronti del D.V.R.
A conclusione dell'intervento formativo, tutti i medici intervenuti hanno assicurato al Presidente del CUG la loro personale disponibilità a configurarsi come Autorità competenti di riferimento anche per il Comitato Unico di Garanzia.



Monitoraggio dei CUG

-l'autorità competente a livello centrale è il gruppo nazionale per il monitoraggio e supporto alla fase di avvio e alle successive fasi di vita dei CUG (punto 6. delle Linee Guida), che ha attivato la casella di posta elettronica monitoraggiocug@palazzochigi.it
- la Regione Siciliana ha costituito al proprio interno il Comitato Unico di Garanzia con DDG n. 4671 del 31 luglio 2013; tale CUG esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica in tutti gli uffici dell'Amministrazione regionale centrale e periferica;
- ai sensi dell'art. 4 del Regolamento per il funzionamento del CUG dell'Amministrazione regionale siciliana, il Presidente, per la realizzazione delle attività di competenza del CUG, si raccorda, tra i vari organismi istituzionali, con gli altri CUG;
- considerato come riferimento politico e operativo la L. 20 marzo 2014 n. 34 e la L. 16 maggio 2014 n. 78, al fine di contribuire a tale processo riformatore in atto, a seguito della partecipazione alla riunione operativa svoltasi in data 10 settembre 2014 presso il Ministero del Lavoro, su invito della Consigliera nazionale di Parità, per una migliore efficacia delle strategie dei CUG, il Presidente del CUG della Regione siciliana si è già attivata per la costituzione di un coordinamento operativo a livello decentrato tra i Presidenti dei CUG, compresi quelli del settore Sanità.
 



Performance. Pari Opportunità, Bilancio di genere.

In ottemperanza alla Delibera n. 5/2O12 della Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l'Integrità delle Amministrazioni Pubbliche (CIVIT), oggi A.N,AC, Linee guida ai sensi dell'art. 13, comma 6, lett, b, del D. leg.vo n. 150/2009, relative alla struttura e alla modalità di redazione della Relazione sulla performance, di cui all'art. 10, comma 1, lett. b, dello stesso decreto, si evidenzia che nella suddetta Relazione è necessario riportare, nel paragrafo intitolato "Pari Opportunità e Bilancio di genere", anche le azioni attuate con il coordinamento del Comitato Unico di Garanzia (CUG), specificando quelle intraprese in tema di Pari Opportunità e Bilancio di genere, nelle dimensioni che attengono al divieto di discriminazione



 

Modifica e integrazione del decreto 31 Luglio 2013, relativo alla costituzione del Comitato Unico di Garanzia dell'Amministrazione Regionale

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, parte 1 n° 20 del 16 Maggio 2014, il DDG n. 2518 del 17 Aprile 2014 "Modifica e integrazione del decreto 31 Luglio 2013, relativo alla costituzione del Comitato Unico di Garanzia dell'Amministrazione Regionale"
 



Seduta del 19 marzo 2014

Nella seduta del 19 marzo 2014 il Comitato Unico di Garanzia della Regione Siciliana ha invitato l'Ing. Leonardo Ditta, Dirigente del Servizio 3 "Tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro" del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (DASOE) - Assessorato Regionale della Salute.
Con riferimento ai compiti istituzionali connessi al Servizio di cui è responsabile, l'Ing. Ditta ha evidenziato il ruolo dei diversi soggetti coinvolti per il benessere nei luoghi di lavoro: il Datore di lavoro, le Autorità sanitarie come le ASP, i Medici competenti, i Medici legali.
Il Presidente del CUG ha proposto di assicurare la formazione in materia di sicurezza anche al Consigliere di Fiducia di ciascun Dipartimento.
L'Ing. Ditta ha suggerito di inserire la suddetta figura anche nel Documento di Valutazione dei Rischi, al fine di concorrere alla prevenzione di molestie, discriminazioni, mobbing nell'ambito dell'organizzazione lavorativa.
In questa prospettiva il Consigliere di Fiducia, il Responsabile della Sicurezza e i responsabili RSPP, potrebbero esercitare i rispettivi ruoli non più in maniera isolata, ma attraverso una dinamica relazione tra figure preposte alla sicurezza e alla vigilanza nei luoghi di lavoro.
Il Presidente del CUG ha invitato l'Ing. Ditta a successive interlocuzioni su progetti che il Comitato come Organo di garanzia intende sviluppare in una materia trasversale qual è la tutela della salute dei lavoratori regionali
 



Convegno: Il ruolo del CUG nell'azienda ospedaliera universitaria - 8 marzo 2014

Seduta del 20 novembre 2013

Nella seduta del 20 novembre 2013, il Comitato Unico di Garanzia ha realizzato un incontro con la Consigliera di Parità Regionale dott.ssa Natalina Costa e con la Consigliera di Parità di Catania dott.ssa Mariella Consoli, al fine di definire nuove strategie operative in attuazione dei reciproci compiti istituzionali.
La prima parte della riunione si è svolta anche alla presenza delle Consigliere e/o Consiglieri di Fiducia, provenienti da quei Dipartimenti che hanno provveduto a nominare questa figura, prevista dalla normativa nazionale, con la finalità di conoscersi e presentare i componenti del CUG della Regione siciliana, di nuova costituzione.Oltre l'intento di rappresentare le funzioni attribute dalla normativa al CUG, si è voluto comprendere lo stato di attuazione da parte dell'Amministrazione regionale nel rendere operativa tale figura, per valutarne le opportunità operative e criticità riscontrate nel contesto lavorativo. All'unanimità è emersa l'esigenza di formazione di tutte le/i Consigliere/i di Fiducia.

Per corrispondere a tale richiesta il CUG si propone di inserire nel Piano di azioni positive un progetto mirato alla formazione delle suddette figure e alla revisione del codice di condotta.