Domenica, 28 novembre 2021
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale della salute | Aree Tematiche | Accreditamento_new | PMA

Autorizzazione all'impiego di tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (P.M.A.) presso strutture pubbliche o private

L'impiego di tecniche di Procreazione medicalmente assistita (P.M.A.) è soggetto ad autorizzazione previa verifica ispettiva inerente il possesso dei requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi di cui ai D. Lgs. 191/2007 e 16/2010, nonché dei requisiti regionali individuati dal D.A. 3 ottobre 2017 n. 1905 pubblicato sulla GURS n. 43 del 13 Ottobre 2017 Supplemento Ordinario n. 2.


L'autorizzazione all'impiego di tecniche di P.M.A. ha validità biennale. Al termine del biennio le strutture interessate sono sottoposte a verifica secondo il piano di verifiche redatto dal Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico.


Normativa di riferimento

  •  D. Legislativo 16 dicembre 2016, n. 256
  •  D. Legislativo 25 gennaio 2010, n. 16
  •  D. Legislativo 6 novembre 2007, n. 191
  •  Accordo Stato-Regioni n. 58/CSR del 25 marzo 2015
  •  D. Ministero della Salute 15 novembre 2016
  •  D. Ministero della Giustizia 28 dicembre 2016 n. 265
  •  D. Ministero della Salute 31 luglio 2015
  •  D. Ministero della Salute 10 ottobre 2012
  •  Linee Guida per la Sala Criobiologica di un Istituto dei tessuti approvate dal Centro Nazionale Trapianti il 6 novembre 2014
  •  D.A. 3 ottobre 2017, n. 1905 (rettificato con provvedimento pubblicato nella GURS n. 50 del 17 novembre 2017)
  •  D.A. 28 settembre 2015, n.1625
  •  D.A. 9 settembre 2013, n.1661
  •  Deliberazione del CNT n. 1 del 23 febbraio 2017
  •  D.D.G. 13 ottobre 2017 n. 1991

Le modalità di presentazione delle istanze sono illustrate nelle pagine accessibili dai link successivi:
 

Prima autorizzazione

Comunicazione a seguito di variazioni strutturali, organizzative o tecnologiche del Centro PMA