Giovedì, 02 dicembre 2021
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale della salute | Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico | Aree tematiche | Altri contenuti | Prevenzione incompatibilita AB0

Prevenzione incompatibilità AB0

Il Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico, attraverso il servizio 5 "Qualità, Governo Clinico e Sicurezza dei pazienti" e il Servizio 6 "Trasfusionale", ha avviato un programma innovativo per migliorare la sicurezza dei pazienti che devono sottoporsi a terapia trasfusionale in collaborazione con il Coordinamento dei Servizi per la qualità e la sicurezza dei pazienti e con le Strutture Trasfusionali delle aziende sanitarie ed ospedaliere.

Il programma rappresenta la prima iniziativa sul territorio nazionale che utilizza una strategia di intervento multimodale per la sicurezza trasfusionale. La letteratura internazionale evidenzia come la divulgazione passiva di linee guida e raccomandazioni o la semplice acquisizione di nuove tecnologie, complesse e costose, per l'identificazione dei pazienti, non sono sufficienti per assicurare l'innalzamento della cultura delle organizzazioni e il cambiamento dei comportamenti clinico assistenziali degli operatori. Il programma regionale ha lo scopo di implementare le raccomandazioni regionali per la prevenzione dell'errore trasfusionale nelle strutture sanitarie, individuando quali siano i cambiamenti necessari al sistema e diffondendo tra gli operatori sanitari la cultura delle buone pratiche in contrapposizione alle modalità assistenziali basate sulle consuetudini.

L'obiettivo principale della raccomandazione è impedire gli errori nei seguenti momenti assistenziali:

1. identificazione del paziente all'atto della richiesta di determinazione del gruppo sanguigno;
2. richiesta di emocomponenti alla Struttura Trasfusionale;
3. trasfusione a letto del paziente degli emocomponenti presso l'unità operativa.

Il programma pone l'attenzione su quattro componenti essenziali, che dovranno essere considerati da tutte le strutture sanitarie come la base minima di implementazione:

1. la formazione/educazione degli operatori;
2. l'addestramento;
3. la diffusione di promemoria sui posti di lavoro;
4. la costruzione di un clima mirato alla sicurezza dei pazienti nella struttura sanitaria.

Il programma per la prevenzione della reazione da incompatibilità AB0 prevede l'organizzazione della 1ª giornata per la sicurezza del paziente che si svolgerà il 26 gennaio 2010 capillarmente e contemporaneamente in tutte le strutture sanitarie dell'SSR pubbliche e private accreditate.

Il kit per l'implementazione comprende gli strumenti di seguito riportati:



"Se siamo davvero impegnati per la qualità, qualsiasi metodo ragionevole funzionerà.
Se non lo siamo, anche i meccanismi più elegantemente strutturati sono destinati a fallire."
(Avedis Donabedian)