Home | Strutture regionali | Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro | Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali | Aree tematiche | Link utili | Reddito Cittadinanza

Reddito di Cittadinanza

A partire dal 6 marzo Ŕ possibile presentare la richiesta per accedere al Reddito di Cittadinanza, un aiuto destinato a chi Ŕ momentaneamente in difficoltÓ per formarsi, trovare lavoro e tornare attivo nella societÓ.
╚ un sostegno per famiglie in difficoltÓ che mira al reinserimento nel mondo del lavoro e all'inclusione sociale. Il beneficio economico viene accreditato mensilmente su una nuova carta prepagata, diversa da quelle rilasciate per altre misure di sostegno, cosiddetta "CartaRdc".

Possono richiederlo i cittadini italiani, europei, lungo soggiornanti, residenti in Italia da almeno dieci anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Per accedere al Reddito di Cittadinanza Ŕ necessario avere alcuni requisiti.
Per esempio:

-   ISEE aggiornato che deve essere inferiore a 9.360 euro annui
-   patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa, non superiore ai 30.000 euro
-   patrimonio finanziario inferiore ai 6.000 euro.

Il limite cambia se il tuo nucleo familiare Ŕ numeroso o se conta persone con disabilitÓ.

Nessuno dei componenti familiari deve aver lasciato il lavoro a seguito di dimissioni volontarie nei dodici mesi precedenti.

La domanda pu˛ essere presentata a partire dal 6 marzo direttamente on line sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, presso tutti gli Uffici Postali oppure in un qualunque CAF.

Dopo l'accettazione, i Centri per l'Impiego o il Comune provvederanno a contattare il richiedente per avviare la formazione e l'inserimento lavorativo o un programma di inclusione attiva.