Mercoledì, 06 luglio 2022
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea | Dipartimento dell'agricoltura | Aree tematiche | Servizi | Servizio Fitosanitario Regionale | Organismi nocivi | Schede tecniche | HLB

HLB - Malattia del ramo giallo

HLB - Malattia del ramo giallo

L'HLB (Huanglongbing) é originaria del sud-est asiatico, ed è causata da tre specie batteriche afferenti al genere Candidatus Liberibacter, la cui sopravvivenza e movimentazione su larga scala è assicurata dalla presenza di due insetti vettori: Trioza erytreae e Diaphorina citri. Il SFR monitora piante di arancio, limone e Murraya a cadenza quindicinale nelle aree coltivate, aree verdi urbane (pubbliche e private), vivai e garden, prelevando campioni con sintomi sospetti e posizionando trappole attrattive per gli insetti vettori.



Sintomi

Finora, in Sicilia non sono stati mai osservati i sintomi caratteristici della malattia (maculature clorotiche asimmetriche delle foglie che nell'insieme formano il ramo giallo, colorazione invertita dei frutti "greening", asimmetria del frutto, aborto dei semi); tuttavia alcune carenze o eccessi nutrizionali, malattie virali o anomalie genetiche, possono essere confusi con sintomi da HLB. In questi casi i campioni vengono trasferiti al Laboratorio convenzionato di Batteriologia del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell'Università di Catania, dove vengono applicati i protocolli per la diagnosi molecolare dei batteri dell'HLB, previsti dalla normativa dell'Organizzazione Europea e Mediterranea per la Protezione delle Piante (EPPO).
Recentemente, sono stati potenziati i controlli ai punti d'ingresso delle merci (porti e aeroporti) sui passeggeri provenienti dai paesi asiatici che portano foglie di piante ornamentali "parenti stretti" degli agrumi, come Limonia sp. e Murraya koenigii (il cosiddetto curry leaf) destinate all'alimentazione. Nell'ultimo biennio sono state effettuate n. 18 intercettazioni di Murraya (curry leaf) in importazione, a seguito di passeggeri. Alle analisi finora non è stata riscontrata presenza di malattia e/o insetto vettore, tuttavia la merce è stata precauzionalmente distrutta.



Documentazione