Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea | Dipartimento della pesca mediterranea | Pescaturismo
Dipartimento degli interventi per la pesca

Pescaturismo ed Ittiturismo

Mappa Sicilia

Il Pescaturismo e l'Ittiturismo rappresentano una nuova e diversa opportunità per rivalutare l'attività della pesca e dare un significato più ampio al lavoro del pescatore professionista, un'occasione per far conoscere il modo di vita, le abitudini e le specificità di chi vive il mare e con il mare.

Pescaturismo ed Ittiturismo sono due parole entrate nel linguaggio corrente della pesca professionale e realizzano l'incontro tra due mondi diversi: quello della pesca (fatto di sudore e fatica) e quello del turismo tradizionale (fatto di riposo, pause e riflessioni).

Pescaturismo ed Ittiturismo esprimono il concetto di vacanze attive (active holiday), nate in contrapposizione al turismo da spiaggia, di svago, (tourisme leisure), i cui protagonisti sono: il pescatore e il turista.

Il pescatore, diversificando l'attività prevalente, ha l'opportunità di ottenere un miglioramento del proprio reddito e, contemporaneamente, di promuovere la cultura del mare, valorizzare la tradizione della pesca, per educare al rispetto dell'ambiente e alla salvaguardia delle specie.
Durante la navigazione il pescatore potrà mostrare luoghi caratteristici della costa locale, come grotte, torri, piccoli borghi marinari e raccontarne la storia e le leggende; ai più curiosi potrà spiegare l'uso delle strumentazioni di bordo e mostrare la carta nautica per descrivere l'itinerario che si sta percorrendo.
Insomma, un'occasione irripetibile per socializzare, per informare, per farsi conoscere e, in sintesi, per "trasformare una giornata di pesca incerta in una sicura giornata di lavoro".

Il turista ha l'occasione di partecipare da protagonista alle battute di pesca tradizionale, di osservare e scoprire la lunga tradizione e cultura delle attività marinare arricchendo la propria cultura sull'ambiente; gustare il prodotto ittico appena pescato e cucinato sotto i propri occhi; andare in calette nuove ed isolate non raggiungibili via terra.
Inoltre, (nell'Ittiturismo), può essere ospitato nelle strutture a disposizione del pescatore per condividerne modo di vita ed esperienze.

Il Pescaturismo e l'Ittiturismo sono due offerte che vengono dal mondo della pesca e che si rivolgono a tutti coloro che intendono conoscere a fondo, sia pure nel breve arco di una vacanza, sistemi, abitudini, ambienti, prodotti e tradizioni derivanti da essa.
 



Cos'è il Pescaturismo

Secondo le indicazioni riportate nell'art. 7 del D. Lgs. n. 154/2004 comma I, lettera a) per Pescaturismo si intende: "l'imbarco di persone non facenti parte dell'equipaggio su navi da pesca a scopo turistico-ricreativo".
Previe opportune autorizzazioni all'esercizio dell'attività, da parte del Compartimento Marittimo di iscrizione dell'imbarcazione, possono praticare l'attività di Pescaturismo gli armatori singoli o associati costituiti in impresa o cooperativa a patto che siano in possesso di licenza di pesca e abbiano un'imbarcazione autorizzata alla pesca costiera (locale o ravvicinata).
Non è consentito, comunque, svolgere il pescaturismo oltre le 6 miglia per le imbarcazioni autorizzate alla pesca costiera locale e oltre le 20 miglia per le imbarcazioni autorizzate alla pesca costiera ravvicinata.
Il Pescaturismo si può svolgere per tutto l'arco dell'anno, tutti i giorni (compresi quelli festivi), in ore diurne e, se l'imbarcazione è fornita di sistemazioni d'alloggio di caratteristiche pari a quelle previste per l'equipaggio, anche in ore notturne.
Possono essere imbarcati turisti di tutte le età, compresi i giovani minori di 14 anni se accompagnati da persona di maggiore età.



Logo Vademecum Pescaturismo Dipart. Pesca Sicilia

Cos'è l'Ittiturismo

L'Ittiturismo è una attività associata al Pescaturismo che secondo l'art. 7 comma 1b del D. Lgs. 26 maggio 2004 n. 154 consiste in: "attività di ospitalità, ricreative, didattiche, culturali e di servizi, finalizzate alla corretta fruizione degli ecosistemi acquatici e vallivi, delle risorse della pesca e dell'acquacoltura, e alla valorizzazione degli aspetti socio- culturali delle imprese ittiche e di acquicoltura, esercitata da imprenditori, singoli o associati, attraverso l'utilizzo della propria abitazione o di struttura nella disponibilità dell'imprenditore stesso".
In pratica, è la traduzione in ambiente marino dell'agriturismo, vale a dire offerta di ospitalità a pagamento presso le abitazioni dei pescatori, fermo restando che non si tratta di un'attività alberghiera, poiché, il limite è segnato dal proposito di "accogliere per trasmettere tradizioni, cultura e condividere abitudini, di chi il mare lo vive da sempre!".
L'Ittiturismo
 propone di ripristinare aree soggette a degrado, come antichi borghi marinari e località isolate da problemi storici e logistici. Si profila nell'insieme un'opera di risanamento e ristrutturazione di importanti edifici di particolare valore storico-monumentale, nonché di abitazioni tipiche dei pescatori che ben si integrano con l'ambiente circostante, senza mai aggiungere nuove costruzioni al patrimonio preesistente.
La ristrutturazione di antichi borghi, oggi sovente degradati, offre inoltre la possibilità di allestire piccoli ristoranti tipici dove si cucina il pesce appena pescato ed altre pietanze tipiche del luogo, di aprire botteghe dove è possibile acquistare i prodotti locali preparati artigianalmente e piccoli musei della pesca per imparare qualcosa in più sulle arti e le tradizioni di questo mondo.




Imbarcazione pescaturismo
Imbarcazione smania