Home | Strutture regionali | Assessorato regionale del territorio e dell'ambiente | Comando del corpo forestale della Regione Siciliana | Piano regionale antincendio boschivo
Comando del corpo forestale della Regione siciliana

Piano regionale antincendio boschivo

Il Piano per la difesa della vegetazione dagli incendi boschivi (A. I.B.) rappresenta il principale strumento di pianificazione strategica e di programmazione ai fini delle attività di prevenzione e
lotta attiva contro il fuoco.

In ambito regionale trova un primo fondamento giuridico nella l.r. 47/1975, tuttavia è solo con l'introduzione della L.R. 6 giugno 1996, n. 16 e, in particolare, con l'art. 34 della medesima legge, così come sostituito dall'art. 35 della L.R. 14 aprile 2006, n. 14, che viene sancita in maniera più organica la programmazione delle attività di antincendio boschivo a livello regionale.

Il precedente Piano per la difesa della vegetazione dagli incendi 2003 - 2008, redatto dall'Ufficio Speciale Antincendi Boschivi (istituito con L.R. 10/2000), è stato approvato con Decreto del Presidente della Regione Siciliana n. 5 del 12 gennaio 2005. Al fine di recepire le modifiche apportate al quadro normativo dalla L. R. 14/2006, nonchè al fine di potersi avvalere delle nuove conoscenze sul patrimonio forestale e ambientale e le nuove tecnologie introdotte con l'inventario forestale e la cartografia digitale GIS, negli anni 2010-2011 il Comando del Corpo Forestale della Regione Siciliana ha avviato una prima revisione del Piano AIB del 2005, il cui iter amministrativo non si è concluso.

Il percorso seguito ai fini della redazione del nuovo Piano AIB 2015 è stato, in primo luogo, quello della revisione e aggiornamento del vigente Piano AIB 2005, come rivisto e integrato dalla revisione operata nel 2011, tenendo conto:

- di recenti modifiche normative introdotte in materia di incendi boschivi e di vegetazione e di organizzazione dell'antincendio e in particolare dell'art. 12 della L.R. 5/2014 e dell'art. 47 della l.r. 9/2015 che hanno modificato i rapporti di lavoro e le modalità di reclutamento dei lavoratori a tempo determinato di cui alla L.R. 16/1996 e s.m.i;

- di dati e di informazioni aggiornati sugli incendi boschivi e di vegetazione in Sicilia;

- delle attuali esigenze organizzative e operative dell'attività A.I. B. regionale, anche in relazione al contenimento della spesa e all'adeguamento alla vigente normativa in materia;

- di recenti studi condotti sugli incendi boschivi e di vegetazione in Sicilia;

- di innovazioni procedurali e di nuove tecnologiche introdotte nell'organizzazione AIB e nelle strutture operative del Comando del Corpo Forestale della Regione Siciliana, tra cui il Progetto A.Te.SO (Adeguamento Tecnologico delle Sale Operative) e i suoi applicativi in corso di implementazione ;

I dati e le informazioni relativi agli incendi verificatisi negli ultimi anni in Sicilia, desunti principalmente dalla banca dati del Sistema Informativo Forestale, hanno consentito di integrare e aggiornare i dati e le tabelle degli incendi boschivi presenti nel Piano AIB 2011 che erano riferiti solo fino al 2008.

Nella redazione del nuovo Piano AIB, inoltre, si è tenuto debito conto delle novità e dei risultati delle analisi statistiche contenute nelle "Linee guida per la pianificazione e progettazione a livello provinciale dell'attivita' di lotta attiva agli incendi boschivi e di vegetazione per l'anno 2014", redatte dal Servizio 9 del Comando CFRS. Esse costituiscono inoltre prodotto dell'Obiettivo Operativo ad alta priorità assegnato con nota Assessoriale prot. n. 6770 del 21/01/2014 al Comando CFRS per il 2014: "Razionalizzazione e riorganizzazione delle risorse umane, strumentali e finanziarie, finalizzate al miglioramento dell'attività di previsione, prevenzione e lotta attiva degli incendi boschivi e di vegetazione e al contenimento della spesa complessiva, garantendo una efficiente organizzazione della Campagna A. I.B. 2014 su tutto il territorio regionale".

Come prima accennato, nel nuovo Piano, sono state inserite le innovazioni procedurali e tecnologiche introdotte con la realizzazione del Progetto A.Te.SO (Adeguamento Tecnologico delle Sale Operative) e dei suoi applicativi in corso di implementazione, tra cui appunto la piattaforma ASTUTO (gestione automatizzata delle emergenze di competenza del C.F.R.S.), nonché con la nuova Dorsale digitale multicanale per le comunicazioni radio del Corpo Forestale regionale, anche questa in fase di completamento.

L'aggiornamento del Piano AIB ha inoltre tenuto conto dei contributi e dei suggerimenti che, in forma partecipativa e a volte anche in senso critico, sono pervenuti dai responsabili di alcune competenti articolazioni del Comando CFRS.
In ultimo, si ritiene doveroso evidenziare che il Piano AIB 2015 è stato realizzato "a costo zero" per l'amministrazione regionale, utilizzando esclusivamente risorse professionali e strumentali già presenti all'interno del Comando CFRS.