Home | Strutture regionali | Presidenza della Regione | Dipartimento della protezione civile | Rischio Idrogeologico

Rischio Idrogeologico

Una frana, una alluvione o un'erosione costiera costituiscono generici fenomeni di

DISSESTO IDROGEOLOGICO

Si tratta di inevitabili processi naturali che possono manifestarsi in modo lento o rapido o che, in taluni casi, possono essere causati o aggravati da azioni indotte dall'uomo.
Quando gli effetti al suolo dei fenomeni di dissesto idrogeologico interessano i beni utili all'uomo si parla di

RISCHIO IDROGEOLOGICO.

Lo studio delle condizioni che hanno prodotto quel tipo di evento (la possibilità che si ripeta con quella intensità o maggiore) costituisce attività di PREVISIONE.
L'analisi dei presupposti che hanno comportato un bene a trovarsi nella situazione di pericolo e gli accorgimenti necessari affinchè il fatto non si ripeta costituiscono attività di PREVENZIONE.

INFORMAZIONE ALLA POPOLAZIONE - NORME COMPORTAMENTALI

Fare un'elencazione delle norme comportamentali per il rischio idrogeologico può essere fuorviante: le manifestazioni più comuni (frane, alluvioni, mareggiate) assumono aspetti molto diversi da luogo a luogo e le circostanze specifiche e temporanee possono determinare situazioni che sfuggono alla fredda teorizzazione di una pagina stampata.
E' anche vero, però, che chi risiede in una località conosce la fragilità del territorio: solo per fare pochi esempi, è risaputo che, in caso di forti piogge, i principali sottopassi di Palermo diventano impraticabili, che è bene stare lontani dal Bivio Catena a Barrafranca, che alcune strade di Catania diventano pericolosissime per la velocità con cui l'acqua scorre.
Ecco allora che il buon senso deve avere la meglio su qualunque consiglio che, in certi casi,può apparire addirittura paradossale.
Tuttavia, viene di seguito fornita una traccia lungo la quale l'Ente Locale può sviluppare alcune norme di "auto protezione", adattandole al proprio contesto territoriale, che, oltre ad essere oggetto di opportuna diffusione, dovrebbero essere accompagnate da cartelli monitori nelle località dove è storicamente noto che possano insorgere situazioni di criticità.

  • Informarsi, presso l'Ente Locale, sui rischi di natura idrogeologica del territorio in cui si abita; chiedere in visione il Piano di protezione Civile
  • Prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità
  • Non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di un corso d'acqua in piena
  • Non percorrere un passaggio a guado durante e dopo un evento piovoso, soprattutto se intenso, né a piedi né con un automezzo
  • Allontanarsi dalla località in caso si avvertano rumori sospetti riconducibili all'edificio (scricchiolii, tonfi) o in caso ci si accorga dell'apertura di lesioni nell'edificio
  • Allontanarsi dalla località in caso ci si accorga dell'apertura di fratture nel terreno o nel caso si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o molto prolungati)
  • Nel caso si debba abbandonare l'abitazione, chiudere il gas, staccare l'elettricità e non dimenticare l'animale domestico, se c'è
  • Non sostare al di sotto di una pendice rocciosa non adeguatamente protetta (sempre) o argillosa (durante e dopo un evento piovoso)
  • Allontanarsi dalle spiagge, dalle coste, dai moli durante le mareggiate
  • Non sostare, non curiosare in aree dove vi è stata una frana o un'alluvione: possono esserci rischi residui e si intralcia l'operazione dei tecnici e dei soccorritori

 

Altra documentazione sul sito www.protezionecivilesicilia.it  
 

 



Chiusura scuole a seguito di avvisi di P.C. con ALLERTA ROSSA per rischio meteo idrogeologico e idraulico

Adobe Portable Document Format Allerta Rossa (Pubblicato il 24.01.2017) (Dimensione documento: 54672 bytes)

 

Raccomandazioni generali per la prevenzione del Rischio Idrogeologico

Adobe Portable Document Format Raccomandazioni generali per la prevenzione del Rischio Idrogeologico (Dimensione documento: 2581463 bytes)

Indirizzi operativi per prevedere,prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di emergenza connesse a fenomeni idrogeologici e idraulici.

Adobe Portable Document Format Nota prot.n.50381 del 11.09.2017(Pubblicato il 21.09.2017) (Dimensione documento: 2158283 bytes)

 

Attivita' finalizzata per la salvaguardia di aree a rischio idrogeologico sottese a zone interessate da incendi boschivi. Indirizzi operativi

Adobe Portable Document Format Nota prot.n.48833 del 04.09.2017 (Pubblicato il 21.09.2017) (Dimensione documento: 989108 bytes)

 

Rapporto sugli eventi meteo che hanno colpito la Provincia di Messina il giorno 1 ottobre 2009

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3769533 bytes)

Rapporto sugli eventi meteo che hanno colpito la Sicilia i giorni 21-25 settembre 2009

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 9735972 bytes)

Rapporto sugli eventi meteo che hanno colpito la Sicilia il giorno 16 settembre 2009

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3126580 bytes)

La pianificazione di Protezione Civile in tema di rischio idrogeologico / Pianificazione e modelli di intervento - Presidi operativi e presidi territoriali/ Presentazione Basile - Prefettura di Messina 7-9 settembre 2009

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3249910 bytes)

Schede DRPC - Censimento Idrogeologico

ZIP Compressed Format Allegato (Dimensione documento: 1219896 bytes)

Parametri a ED n delle curve di possibilità pluviometriche, per diversi tempi di ritorno, delle stazioni pluviometriche regionali

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 85490 bytes)

Ricostruzione dei trend di piovosità e temperatura negli ultimi 80 anni in Sicilia

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 513175 bytes)

Rapporto di sintesi sullo stato del rischio idrogeologico in Sicilia anno 2008

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 8682412 bytes)

Modello sperimentale per la determinazione della suscettività da frana: verifiche post-evento 2007/2008

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 22262926 bytes)

Rapporto sul rischio idrogeologico in Sicilia - 1° semestre 2008 (dicembre 2007 - giugno 2008)

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3529470 bytes)

La determinazione delle soglie critiche di pioggia dei fenomeni franosi per la finalità di Protezione Civile. Lo stato dell¿arte in Sicilia

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 5054293 bytes)

L'analisi del rischio da frana in Protezione Civile: aspetti teorici e applicativi

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3404267 bytes)

Linee Guida per la predisposizione dei piani di protezione civile provinciali e comunali in tema di rischio idrogeologico

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 11650061 bytes)

Rapporto di sintesi sull'applicazione di "Hot spot service"" e "Burn scan mapping" (Ottobre 2008)

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 29577538 bytes)

Elaborazione dati inerenti il rischio idrogeologico 1° semestre 2007 - Relazione di sintesi

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 3338113 bytes)

Il Rischio idrogeologico in Protezione Civile

Adobe Portable Document Format Allegato (Dimensione documento: 5972213 bytes)