Home | News

Notizie

 

10-DIC-2018 - Servizio idrico integrato - Art.50, commi 1, 2 e 3, L.R.n.10/2011 - Comitato consultivo degli utenti - Designazioni

<<Con la Deliberazione n.316 del 27 settembre 2018, reperibile sul sito della Regione Siciliana, la Giunta regionale ha emanato la Direttiva recante, tra l'altro, i criteri per la composizione del Comitato consultivo degli utenti previsto, in rappresentanza degli interessi dei territori per il controllo della qualità dei servizi idrici, dall'art.50, commi 1-3, l.r. n.11/2010, come successivamente modificato dalla l.r. 11 agosto 2015, n.19.
In particolare, ai sensi dell'art.3 della direttiva citata, così come integrato dalla medesima deliberazione di Giunta (che ha disposto: "di inserire tra i componenti anche un rappresentante di Confcooperative e, con riferimento al settore agricoltura, individuare un soggetto delle maggiori rappresentanze in agricoltura facenti parte del partenariato istituzionale"), "il Comitato deve essere composto garantendo un'omogenea provenienza geografica dei componenti del Comitato stesso, sull'intero territorio regionale" ed "è costituito da 16 componenti rappresentativi delle citate associazioni così ripartiti:
- n. 9 rappresentanti designati dalla associazioni dei consumatori riconosciute ai sensi dell'art.5 della legge regionale 23 maggio 1994, n.7, che abbiano propri referenti sull'intero territorio regionale e che abbiano tra i fini statutari la tutela del consumatore e degli utenti, nel rispetto di quanto previsto al comma precedente;
- n. 1 rappresentante delle associazioni ambientaliste presenti nel territorio regionale;
- n. 1 rappresentante di Confartigianato;
- n. 1 rappresentante di Confcommercio;
- n.1 rappresentante di Confesercenti;
- n. 1 rappresentante di Confindustria;
- n. 1 rappresentante delle maggiori rappresentanze in agricoltura facenti parte del partenariato istituzionale;
- n. 1 rappresentante di Confcooperative.
Ciascuna associazione o organizzazione provvede alla designazione anche di un membro supplente con il compito di sostituire, in caso di impedimento, il rappresentante effettivo".

Ciò premesso, con la presente si invitano le Associazioni e le Organizzazioni interessate a fare pervenire, in ossequio a quanto stabilito dall'art.4 della direttiva, presso il Dipartimento regionale dell'Acqua e dei Rifiuti i nominativi dei soggetti designati, sia effettivi che supplenti, nel termine di 30 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso, unitamente alle dichiarazioni sull'insussistenza di conflitti di interesse e di cause di incompatibilità.
Si evidenzia a tale ultimo riguardo che, quanto alla designazione dei suddetti componenti, l'art.5 della direttiva dispone che: "I componenti del Comitato non possono, a pena di decadenza, avere interessi diretti o indiretti o intrattenere rapporti di natura economica o professionale, a qualunque titolo, con gli enti gestori dei servizio idrico integrato e con le società da questi direttamente o indirettamente controllate o a questi collegate, nonchè con le autorità e/o gli organismi di governo degli ambiti territoriali ottimali.
A garanzia di quanto previsto nel precedente comma, non possono essere nominati componenti del Comitato i Sindaci, i Presidenti e componenti delle Giunte, i consiglieri e i dipendenti delle amministrazioni locali site in ogni ambito territoriale ottimale; gli amministratori, i dirigenti e i dipendenti dei gestori del servizio idrico integrato; i membri del Parlamento, dell'Assemblea regionale siciliana, i componenti della Giunta regionale; i magistrati, anche onorari, di ogni giurisdizione.
Ciascun componente del Comitato è tenuto a comunicare tempestivamente al coordinatore il sopravvenire di situazioni e circostanze che possano configurare cause di incompatibilità.".
Si invitano le Associazioni e Organizzazioni di cui al predetto art.4 della Direttiva a volere reiterare le designazioni già eventualmente inoltrate nella precedente legislatura, di cui non si terrà conto.
Di seguito, una volta conclusa la fase istruttoria di competenza del Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti, sarà nominato il Comitato con le modalità indicate dal comma 1 del citato art.50, l.r. n.10/2011.
FIRMATO: L'ASSESSORE Dott. Alberto Pierobon>>.