A18 ME-CT, 75 mln per piano di manutenzione straordinaria
Viabilità

A18 ME-CT, 75 mln per piano di manutenzione straordinaria

La Regione Informa
Sisma, dal Miur finanziamenti straordinari
EDILIZIA SCOLASTICA

Con provvedimento in corso di registrazione, il Ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, ha disposto un finanziamento di interventi straordinari per la riparazione urgente dei danni subiti dagli istituti scolastici del territorio etneo colpito dal sisma dello scorso 26 dicembre. Il provvedimento è stato disposto su richiesta ed istruttoria del Governo regionale, in particolare dell'Assessorato della Pubblica Istruzione e Formazione professionale, d'intesa con il Dipartimento regionale della protezione civile. Le opere sono finalizzate al recupero della piena funzionalità e delle condizioni di sicurezza dei plessi colpiti dal sisma ma rimasti agibili, sia pure con limitazioni operative. Dichiara l'assessore regionale Roberto Lagalla: "Il tempestivo interessamento del Governo regionale, su diretto impulso del Presidente Musumeci, ha trovato pronto riscontro nella iniziativa ministeriale che consentirà ai Comuni della cintura etnea di ripristinare la piena funzionalità delle scuole parzialmente danneggiate dal sisma, nel diretto interesse delle comunità locali". Gli interventi, per circa un milione di euro, riguarderanno una quindicina di edifici scolastici allocati nei Comuni di Aci Catena, Acireale, Aci Sant' Antonio, Santa Venerina, Zafferana Etnea. Al momento nessuna azione è prevista per la ricostruzione dei plessi Pennisi e Piano d'Api, in territorio di Acireale, che, gravemente lesionati e posti su faglia sismica, sono destinati alla demolizione, come da indicazione dei tecnici della Protezione civile regionale. Continua l'assessore: "In merito a questi 2 edifici valuteremo ulteriormente la situazione insieme alle amministrazioni locali per verificare l'effettivo fabbisogno formativo e l'eventuale realizzazione di nuovi locali in aree sismicamente più sicure, valutando la possibilità di utilizzo delle risorse del piano triennale 2018-2020 di edilizia scolastica".



Travel blogger a Taormina e Siracusa
BENI CULTURALI

Grazie all'iniziativa dell'Assessorato regionale dei Beni culturali in collaborazione con Aditus - concessionario dei servizi aggiuntivi del Parco di Naxos e Taormina e dell'area archeologica di Siracusa, un gruppo di travel blogger hanno visitato venerdì e sabato le aree archeologiche più suggestive della Sicilia orientale. Dopo la tappa siracusana dove i più importanti blogger di viaggio a livello nazionale hanno visitato e raccontato il teatro greco di Siracusa, il parco della Neapolis, il museo Paolo Orsi, il castello Maniace e Palazzo Bellomo, al teatro antico di Taormina hanno incontrato l'assessore regionale dei Beni culturali Sebastiano Tusa, il Sindaco Mario Bolognari e la direttrice del Parco di Naxos Vera Greco. Dopo la visita al teatro, il gruppo si è spostato al Parco di Naxos dove si è conclusa la due giorni dedicata ai Beni culturali siciliani raccontati alle migliaia di followers dei blogger.
"Accogliere il meglio degli esponenti della nuova comunicazione digitale - afferma l'assessore Tusa - è un piacere ma anche un passo indispensabile per un moderno processo di valorizzazione e diffusione. I Beni culturali vanno divulgati con mezzi che possano raggiungere tutte la fasce di utenti, e in questo senso il coinvolgimento dei blogger di viaggio a Siracusa e Taormina porterà sugli smartphone e i computer di migliaia di persone, soprattutto giovani, il patrimonio culturale siciliano. La tecnologia - conclude Tusa - spesso è considerata a torto nemica della cultura e del sapere. Questa esperienza ci insegna che il sapiente utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione rappresenta il valore aggiunto alle nuove strategie comunicative della Regione Siciliana".
E a questo proposito, l'assessore Sebastiano Tusa, durante l'incontro con i blogger, ha presentato i nuovi canali social della Regione Siciliana (twitter, facebook e instagram) che assieme al rinnovato portale web ufficiale, hanno inaugurato la nuova stagione della comunicazione istituzionale del governo Musumeci.



Commissione SEDEC per la prima volta in Italia
EUROPA

Per la prima volta in Italia, si svolgerà a Palermo il 22esimo incontro della Sedec, la Commissione Politica sociale, istruzione, occupazione, ricerca e cultura, del Comitato europeo delle Regioni (CdR), organismo dell'Unione Europea composto da rappresentanti degli enti locali territoriali provenienti dai 28 Stati membri. Per due giorni, domani, 18 febbraio e martedì 19, lo Steri, sede del Rettorato dell'Università di Palermo, ospiterà un evento di grande prestigio internazionale: oltre cento rappresentanti europei tra presidenti delle Regioni, loro delegati e sindaci delle maggiori città. I lavori verranno tradotti in 10 lingue. Il capoluogo siciliano, già Capitale italiana della cultura 2018, da sempre simbolo dell'incontro tra culture diverse, per due giorni sarà al centro della politica europea in materia, soprattutto, di ricerca, cultura e Agenda digitale. Organizzatore della due giorni è Gaetano Armao, vicepresidente della Regione Siciliana, assessore all'Economia e neo-presidente dell'Intergruppo delle regioni insulari del Comitato europeo delle Regioni. Il programma dei lavori prevede: lunedì, 18 febbraio: riunione della Commissione SEDEC martedì 19 febbraio: convegno "Digital Agenda: Territorial strategies for addressing Technological innovation in infrastructure and services" Alle 10,30 conferenza stampa, allo Steri (sala delle Capriate) con: Markku Markkula: primo vicepresidente del Comitato europeo delle Regioni; José Ignacio Ceniceros González: presidente della commissione Sedec del Comitato europeo delle regioni (CdR) e presidente della Regione La Rioja (Spagna); Gaetano Armao: vicepresidente della Regione siciliana e neo-presidente dell'Intergruppo delle regioni insulari del Comitato europeo delle Regioni. Il Comitato delle Regioni Il CdR è l'organismo dell'Unione Europea che consente alle città e alle regioni di partecipare al processo legislativo dell'Unione europea, esprimendo formalmente la propria opinione. La Commisione europea, il Consiglio dell'UE e il Parlamento europeo devono obbligatoriamente consultare il CdR in tutte le materie ed in particolare in quelle che riguardano l'amministrazione locale e regionale come la politica sociale, la sanità, l'istruzione, l'occupazione, la coesione economica e sociale, i trasporti, l'energia e i cambiamenti climatici. I membri del CdR sono rappresentanti degli enti locali e regionali. Ciascun paese indica i membri di sua scelta che vengono nominati per un periodo di cinque anni. Il numero di membri di ciascun paese dipende dalle dimensioni della sua popolazione. I membri di un paese costituiscono la delegazione nazionale che riflette gli equilibri politici, geografici, regionali e locali del proprio paese. Ciascun membro può anche scegliere di far parte di un gruppo politico in seno al CdR. Attualmente esistono cinque gruppi politici che riflettono affiliazioni diverse: Partito popolare europeo (PPE), Partito del socialismo europeo (PSE), Alleanza dei liberali e democratici per l'Europa (ALDE), Alleanza europea (AE) e Conservatori e riformisti europei (ECR). Il CdR elegge un presidente scelto fra i suoi membri per un mandato di due anni e mezzo. La Commissione Sedec del Comitato delle Regioni ha una competenza molto ampia, che copre una moltitudine di settori, tra cui la Politica sociale, l'istruzione, l'occupazione, la ricerca e l'innovazione, la cultura, l'agenda digitale e la società dell'informazione dell'Unione europea.



Musumeci incontra parlamentari nazionali
EX PROVINCE

La grave crisi finanziaria che ormai ha investito tutte le ex Province dell'Isola sarà oggetto di un confronto tra il governo della Regione e la rappresentanza parlamentare nazionale eletta in Sicilia. Lo ha deciso il presidente della Regione Nello Musumeci, che ha invitato senatori e deputati siciliani a Palermo, al palazzo del governo, per lunedì 18 febbraio alle ore 11.
«Ho il dovere di sottoporre alla sua attenzione - scrive Musumeci - la necessità di individuare, con l'urgenza che la situazione di dissesto o pre-dissesto in cui versano richiede, adeguate soluzioni per il sostegno ai Liberi consorzi e alle Città metropolitane dell'Isola. Enti ormai al collasso, con gravi ripercussioni sul piano non solo sociale. Occorre intervenire con la massima urgenza - prosegue il presidente della Regione - per garantire parità di trattamento agli Enti di area vasta siciliani rispetto alle Province e Città metropolitane della Penisola, eliminando le storture causate dalla legislazione finanziaria nazionale in materia. Certo della Sua sensibilità sull'argomento e del Suo sostegno, Le chiedo - conclude nella sua lettera il governatore - di intervenire all'incontro che si terrà presso la Presidenza della Regione - Palazzo d'Orleans, lunedì18 febbraio p.v., alle ore 11, nel corso del quale sarà avviato sulla tematica in argomento un proficuo confronto con la rappresentanza parlamentare nazionale eletta in Sicilia».



Nave gratis da Linosa a Lampedusa, per rifornimenti
TRASPORTI

Gli abitanti di Linosa potranno imbarcare gratuitamente le proprie auto sul traghetto della Caronte & Tourist per raggiungere Lampedusa e rifornirsi di carburante. Il governo Musumeci risponde così all'accorato appello del sindaco dell'isola delle Pelagie, Salvatore Martello rimasta a secco a causa dei lavori di manutenzione sull'unico impianto esistente che non è stato rimesso in funzione perchè mancano ancora alcune autorizzazioni.
Con una nota indirizzata alla società di navigazione, l'assessorato delle Infrastrutture, guidato da Marco Falcone, invita la Compagnia a concedere "passaggi gratuiti sulla tratta Linosa-Lampedusa-Linosa, per massimo otto giorni, alle autovetture con conducente" che avranno la necessità di fare rifornimento di carburante. Dovrà essere cura dell'amministrazione locale - scrive la Regione - "vigilare sul corretto uso dei passaggi gratuiti in questa fase emergenziale e comunicare alla Compagnia gli aventi diritto".
 



Inaugurata a Palermo la casa delle farfalle
BENI CULTURALI

Inaugurata dall'assessore dei Beni culturali Sebastiano Tusa "La Casa delle farfalle", un paradiso tropicale urbano progettato da Enzo Scarso che costituisce un'installazione all'interno del Polo regionale d'arte contemporanea Palazzo Riso. Centinaia di specie di farfalle provenienti da ogni parte del mondo che regalano un tripudio di colori e magia per grandi e piccini.
Proveniente da Modica e da Siracusa, la Case delle Farfalle approda a Palermo all'interno di Palazzo Riso, in Corso Vittorio Emanuele. Ad accogliere i visitatori in questo paradiso tropicale ci sono farfalle di ogni dimensione, colore e particolarità, come la gigantesca farfalla cobra (Attacus Atlas), caratteristica per i vivaci colori e il fantastico motivo delle sue ali, la cui apertura può raggiungere i 30 cm, o la Marmessoidea sp. "Cat Tien", proveniente dal Vietnam, dalle zampe turchesi e antenne rosse, che, se si sente minacciata, è in grado di emettere una sostanza che odora di menta per intimorire i potenziali predatori.
Previste le visite da parte di scuole, di curiosi e appassionati per immergersi nella magica atmosfera che si respirerà in questo scrigno segreto, lasciandosi sfiorare dal delicato tocco delle farfalle, alcune molto rare, per perdersi nelle loro infinite sfumature e nella leggiadria dei loro movimenti. I visitatori potranno anche osservare in una speciale incubatrice il ciclo di vita di questi insetti incantati che da bruchi diventano crisalidi e poi farfalle, appunto, pronte a volare liberamente in questo spazio senza tempo. Tante anche le piante ornamentali, alcune molto preziose, che potranno essere ammirate assieme ad alcuni insetti davvero unici e curiosi, custoditi all'interno di apposite teche. E' un progetto naturalistico del Polo Museale Regionale e sostenuto dall'Assessorato regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana.
"Attraverso i fantastici colori delle farfalle svolazzanti - dichiara l'assessore Sebastiano Tusa - riemergono i ricordi della fanciullezza. Ma non è solamente questa l'emozione che riceviamo dalla fantastica esibizione delle farfalle al Museo Riso. Ne ricaviamo - conclude Tusa - un monito al rispetto della natura, attraverso il confronto tra la bellezza del creato e il talento dell'arte".
 



In evidenza

NOTIZIE

Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza

Adozione del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPCT) - Aggiornamento 2019-2021. Il Presidente della Regione, con decreto n. 507/GAB del 31 gennaio 2019, su ...

 

Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Avviso pubblico per la presentazione di progetti relativi ad interventi per spese di investimento nel settore dei teatri.

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di co...

 

Presidenza della Regione

Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regionale. L'avviso di manifesta...

 

Assessorato delle attività produttive

EXPO DUBAI 2020 - Realizzazione padiglione Italia - Manifestazione di interesse

Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse - termine di presentazione...

 

Assessorato dell'energia e dei servizi di pubblica utilità

Servizio idrico integrato - Art.50, commi 1, 2 e 3, L.R.n.10/2011 - Comitato consultivo degli utenti - Designazioni...

 

Presidenza della Regione

Istituzione Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regio...

 

Dipartimento della pianificazione strategica

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Cos'è e come attivarlo....

 

Segreteria generale

Elenco delle procedure d'infrazione Europee di interesse della Regione...

 


Dall'Europa
Sicilia da Vivere