giovedì, 02 dicembre 2021
Home | La Sicilia a tavola | Ricette siciliane | Cucina vegetale siciliana
La Sicilia a tavola
Carciofi alla siciliana
Ingredienti: 4 carciofi, olio extravergine d`oliva, prezzemolo, 1 spicchio d`aglio, 4 acciughe sotto sale o sott'olio,  10 g. di pangrattato, uva passolina qb. pinoli qb. sale. 
Preparazione
Eliminare le foglie esterne e le spine dei carciofi, aprirli un po' cercando di togliere con un coltellino affilato o uno scavino la  "barba", la parte più interna e stopposa, facendo ben attenzione a non romperli. Quindi immergerli in acqua fredda e succo di limone. Mettere a soffriggere l'aglio tritato, aggiungere le acciughe, l'uva passolina, i pinoli ed il pangrattato, precedentemente tostato con poco olio. Mescolare per pochi minuti ed infine lasciare raffreddare quindi aggiungere il prezzemolo finemente tritato. Mettete a sgocciolare i carciofi e disporli in una teglia tonda sufficientemente stretti l'uno accanto all'altro,dopo averli imbottiti con il composto ottenuto. Salare, aggiungere l`olio rimasto e circa mezzo bicchiere d'acqua. Cuocere i carciofi in forno per circa mezz`ora 180°, quindi servire.

"Frittedda" o Frittella siciliana
Non ha nulla a che fare con i dolci, ne con la frittura, a parte il soffritto di cipolla preliminare alla sua preparazione. Sull'origine del nome "frittedda" si fanno congetture, la frittedda consiste in un misto di fave, piselli e carciofi che vengono cotti insieme in un tegame. Il risultato è un gusto semplice ma ottimo.
Ingredienti per 4 persone: 6 carciofi 1 Kg di piselli freschi 3 Kg di fave olio extravergine di oliva 1 cipolla. Sale q.b.
Preparazione : Togliere le foglie esterne più dure dai carciofi , dividere ciascun carciofo in quattro parti e tagliando la parte superiore delle foglie in modo di togliere le spine. Sbucciare  piselli e fave. Tritare finemente la cipolla e farla rosolare in un tegame con un po' d'olio. Aggiungere alla cipolla imbiondita i carciofi, le fave ed i piselli. Durante la cottura aggiungere un po' d''acqua calda, coprendoli appena. A cottura raggiunta, lasciare riposare la frittella e servirla fredda.

Le melanzane nelle ricette siciliane

Broccoli (fritti) in pastella
Ingredienti: Un broccolo, 150 g. di farina, 10 g. di lievito di birra, 2 uova, 20 g. di burro, 2 uova, olio di semi per frittura, sale.
Preparazione: 
Cuocere il broccolo tagliato a tocchetti in acqua lievemente salata. Preparare la pastella con farina, sciogliere il lievito in un bicchiere di acqua tiepida, aggiungere del burro fuso. Aggiungere del sale ed un uovo. Lasciare riposare il composto per alcuni minuti e mescolate. Mettere un panno sulla ciotola contenente la pastella e lasciare riposare per circa un'ora. Aggiungere l'albume d'uovo montato a neve. Riscaldare mezzo litro d'olio in un tegame, quindi prendere i tocchetti di broccolo, immergerli nella pastella ed in successione nell'olio. Soffriggere fino a doratura raggiunta eliminare l'olio in più e servire i broccoli in pastella caldi. Altre specialità che possono essere servite in pastella sono i cardi ed i carciofi.

Il macco di fave.
Tipica ricetta della cucina siciliana, il macco di fave si prepara, in genere, per la festa di San Giuseppe. È una ricetta della cucina contadina, quindi, economica e nutriente al contempo. Un piatto semplice preparato con fave secche e finocchietto selvatico.
Ingredienti per 4 persone 500 g. di fave secche Finocchietto selvatico Olio extravergine di oliva sale Preparazione: Mettere le fave a bagno maria per una notte. Il giorno seguente far scolare le fave e sciacquarle sotto acqua corrente. Mettere le fave in una pentola con dell'acqua, cuocerle per circa 30-35 minuti, aggiungendo dell'acqua calda all'occorrenza e mescolando con un cucchiaio. Tagliare un po' di finocchietto selvatico. Mettere il finocchietto nella purea di fave ottenuta e poi frullare, aggiungere del sale e mescolare. Lasciare riposare per 10 minuti coprendo la pentola con un coperchio. Disporre il macco di fave nelle ciotole ed andare ad aggiungere un filo di olio extravergine di oliva. Il macco di fave si può preparare anche con la pasta, che può cuocere nella purea di fave aggiungendo dell'acqua calda ed andando a mescolare fino alla cottura della pasta.