martedì, 23 luglio 2019
Home | Parchi, riserve ed aree protette | Riserve | Messina | Montagne delle Felci e dei Porri
Parchi riserve ed aree protette

Montagne delle Felci e dei Porri

Nome della Riserva: Riserva Naturale Orientata delle Montagne delle Felci e dei Porri 
Ente Gestore:  Provincia Regionale di Messina - Assessorato all'Ambiente c.so Cavour 87 - 98100 Messina - Tel 090 77611 
Estensione: 1.079 ha 
Anno di istituzione: 1984
Provincia: Messina - Arcipelago delle Eolie
Comuni:  Malfa, Santa Marina e  Leni 



La Riserva
L'isola di Salina è la piu alta di tutto l'arcipelago e i due vulcani ormai spenti di Monte Porri (860 mt) e della Fossa delle Felci (962 mt) rappresentano gli elementi principali da cui prende il nome la riserva. L'isola, indicata come "la verde", è l'unica dell'arcipelago ad aver mantenuto almeno una parte della sua antica copertura vegetazionale ed ospita specie di grande interesse tra le quali le colonie di felci. Per la ricchezza di verde, Salina è altresì luogo di sosta degli uccelli durante le migrazioni.
Curiosità: Gran parte del territorio di Salina è ricoperto di vigneti, dai quali si trae il malvasia, un liquore di colore dorato e dall'aroma soave e persistente. Si racconta che il suo nome sia dovuto alla preghiera di un contadino (sotto la dominazione araba) che, affinché la bevanda che stava portando in dono al padre non gli venisse sottratta dalle guardie del principe del luogo, pronunciò la formula "malva sia!" cosicché i gendarmi ebbero ad assaggiare un insipido beverone che restituirono immediatamente all'uomo. Non è l'unico prodotto tipico di quest'isola, che è famosa anche per i suoi capperi, nella cucina eoliana utilizzati in molte preparazioni, fra cui numerose salse per condire la pasta.

Come arrivarci: 
Salina è collegata a Lipari e a Milazzo con navi ed aliscafi plurigiornalieri.
Presenza di guide e/o segnaletica: L'isola offre diversi itinerari all'escursionista. Per visitare la Riserva ne esistono due: uno molto semplice, l'altro per escursionisti allenati. La Riserva è aperta tutto l'anno. Da maggio a settembre, per evitare le ore più calde, è consigliabile affrontare entrambi i sentieri per la Fossa nelle prime ore del mattino, ricordando di portare al seguito un'adeguata scorta d'acqua.