domenica, 09 dicembre 2018
Home | Eventi | Pasqua | Pasqua Arbereshe
Isola Infinita

Settimana Santa a Mezzojuso (Pa), con tradizioni e rito Greco- Bizantino, Pasqua Arbëreshë.

Mezzojuso

A Piana degli Albanesi, Contessa Entellina, S.Cristina Gela, Mezzojuso e Palazzo Adriano i riti pasquali mantengono inalterato tutto il loro fascino. La solennità e la magnificenza delle celebrazioni, di fede cristiana, cattolica e di rito greco-bizantino, si susseguono a partire dalla domenica delle Palme, quando si commemora l'ingresso di Gesù a Gerusalemme. Incanto ed emozione accompagnano il Giovedì Santo, quando si svolge il rito della Lavanda dei piedi, alle processioni del Venerdì, di forte spiritualità, fino al Solenne Pontificale di Pasqua (Pashkët) al suono dei canti della resurrezione del Kristòs anésti (Cristo è risorto).

La presenza degli Albanesi in Sicilia risale alla fine del secolo XV, cioè all'invasione turca della penisola Balcanica, che provocò la prima grande diaspora albanese nel mondo. Da oltre cinquecento anni Mezzojuso conserva con grande cura, interesse e attenzione le tradizioni e il rito Greco- Bizantino. La comunità arbëreshe di Mezzojuso, come pure quelle di Palazzo Adriano, Contessa Entellina, Santa Cristina Gela, sono spiritualmente e religiosamente amministrate dall'Eparchia di Piana degli Albanesi. Il rito oltre a costituire l'eredità più importante della Chiesa orientale di Bisanzio, è soprattutto il tratto più importante e il denominatore comune dell'identità delle comunità arbëreshe, ove la forte caratterizzazione si riferisce non solo principalmente alla sostanza delle celebrazioni e delle sacre funzioni, ma anche alle loro modalità e forme. La conservazione del rito e delle tradizioni ha del miracoloso, se si pensa che sono sopravvissuti intatti per oltre cinque secoli e la cui salvaguardia è un impegno sentito e costante a tutti i livelli, religiosi, sociali, politici, civili. Gli arbëreshe costituiscono, pertanto, un'enclave di cultura orientale in pieno occidente che trova la massima espressione nel rito greco-bizantino, e rappresentano un modello di integrazione multiculturale (etnica, linguistica e religiosa) di grande attualità, ove si pensi agli attuali problemi posti dalle recenti migrazioni etniche verso tutta l'Europa, dai sud e dall'est del mondo. Questa cultura dalle radici antiche, unica e irripetibile, per tanto tempo è stata oggetto di curiosità, di studio e di analisi, da essere riconosciuta un patrimonio di tutti che merita di essere tutelata e salvaguardata, come è avvenuto a livello Nazionale con apposita legge, (L. 482/99), fatta allo scopo di proteggere le minoranze etnico- linguistiche.



proloco di Mezzojuso

Comune di Mezzojuso

Comune di Piana degli Albanesi


Mezzojuso 2 matrici


uova rosse


Eparca


proloco