Venerdì, 17 settembre 2021
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana | Info e documenti | Avvisi e comunicazioni | 12-AGO-2020-MUSEO PANTELLERIA

12-AGO-2020 - IL MUSEO DEL MARE DI PANTELLERIA INTITOLATO A SEBASTIANO TUSA

Inserire testo che descrive l'immagine quando questa viene inserita

L'ASSESSORE SAMONÀ: "UN DOVEROSO GESTO DI RICONOSCENZA E MEMORIA VERSO L'UOMO E L'ARCHEOLOGO CHE A PANTELLERIA HA REALIZZATO NUMEROSE RICERCHE E PROGETTI"

Il nuovo Museo del Mare di Pantelleria da oggi porterà il nome di Sebastiano Tusa, l'archeologo, assessore dei Beni Culturali della Sicilia prematuramente scomparso, che a Pantelleria ha destinato numerosi studi e campagne di ricerca, siglando anche progetti di rilevanza internazionale.
La cerimonia di intitolazione si è svolta questo pomeriggio alla presenza dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, Alberto Samonà, della Soprintendente del Mare, Valeria Li Vigni vedova del Prof. Tusa, del figlio di Sebastiano, Andrea Tusa e di Vincenzo Campo, Sindaco del Comune di Pantelleria, cui il Museo appartiene.
"Apprezzo - sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci - l'iniziativa del Comune in omaggio a Sebastiano Tusa che avevo chiamato, da tecnico, all'interno del mio governo per la rara competenza acquisita in materia di beni culturali. L'amore e l'interesse che nutriva per l'isola di Pantelleria vengono oggi ricompensati da un'iniziativa di grande significato morale".
"Intitolando il Museo del Mare di Pantelleria a Sebastiano Tusa - dice l'assessore Samonà - il Governo regionale rende onore all'uomo e all'archeologo che a Pantelleria, terra che amava e a cui ha dedicato significativa parte della sua attività, ha legato campagne di ricerca, studi e progetti internazionali all'avanguardia. È anche un modo per trasmettere alle generazioni future un patrimonio identitario che è fatto di amore per la nostra terra, di memoria, di passione spinta talvolta oltre i limiti della razionalità in imprese di ricerca apparentemente visionarie. Sebastiano Tusa ha creduto molto nel Museo del Mare di Pantelleria e ne ha studiato con attenzione - evidenzia Alberto Samonà - contenuti, percorsi, codice narrativo. Il museo sarà vivo e interattivo riservando ai visitatori il privilegio di ascoltare la storia dell'Isola, attraverso un video in cui è lo stesso Sebastiano Tusa a narrarla; un modo di trasmettere la memoria dei luoghi che rende attuale e palpabile quella tensione ideale e quella passione che abbiamo il dovere di conservare e testimoniare".
"Sebastiano ha dedicato a Pantelleria e al Museo del Mare - dice Valeria Li Vigni - una passione e un impegno che andavano oltre l'attività di Soprintendente e di archeologo; amava Pantelleria riamato dalla sua gente. Il Museo ha la sua impronta e racconta l'Isola così come lui la vedeva: il cuore pulsante del Mediterraneo, l'Isola nell'Isola".

Alcune informazioni sul Museo:
Il "Museo del Mare Sebastiano Tusa" si trova nella zona dell'Arenella, un'area di archeologia industriale tra il porto, Mursia e il Villaggio dei Sesi. Il nuovo Museo, del quale il Comune di Pantelleria curerà la struttura architettonica, le soluzioni espositive e tecniche, si avvarrà della consulenza tecnico-scientifica della Soprintendenza del Mare che fornirà anche i reperti archeologici da esporre e il materiale documentario.
L'allestimento, che è in fase di definizione, prevede quattro Sezioni:

I SEZIONE - PANTELLERIA IL CUORE DEL MEDITERRANEO - Storytelling e Videomapping - Il percorso museologico porta il visitatore in un viedeoambiente (la sala d'ingresso) che riproduce il microcosmo di Pantelleria, una sorta di macchina del tempo che fa rivivere con un video mapping i traffici dell'ossidiana, l'arrivo del popolo dei Sesi (necropoli e villaggi) le prime forme di antropizzazione dell'isola e degli sviluppi sociali architettonici, fino alla sua funzione centrale nel Mediterraneo con la dominazione romana. Le rotte e le colonizzazioni nell'Isola sono illustrate attraverso la voce narrante di Sebastiano Tusa, recuperata dagli innumerevoli filmati in possesso della SopMare.

II SEZIONE - LA NAVE DI SCAURI - Conterrà la ricostruzione dell'immagine della nave, la carta geografica con indicazione delle rotte e la rappresentazione dello stivaggio della Pantellerian Ware e dei corredi di bordo.

III SEZIONE - GLI ITINERARI SUBACQUEI E LE STORIE SOMMERSE DI PANTELLERIA - Caratteristiche morfologiche delle coste di Pantelleria con indicazione degli antichi porti e approdi e illustrazione dettagliata dei sette itinerari sommersi oggi visitabili.

IV SEZIONE - LA CULTURA DEL MARE - IL MAESTRO CHICCO VALENZA E IL GOZZO PANTESCO