Mercoledý, 28 settembre 2022
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dell'istruzione e della formazione professionale | Ufficio spec. chiusura e liquidazione interventi offerta formativa e obbligo di istruzione e formazione | News

News

 

19-GIU-2020 - Comunicato - Quote fondo di garanzia anno 2016 e successivi

Pervengono a questo Ufficio numerose istanze da parte di lavoratori del settore della formazione professionale contenenti, fra l'altro, la richiesta di conoscere l'entitÓ della somma a carico del Fondo di Garanzia per l'anno 2016, e in alcuni casi anche per il 2017 e il 2018..
Come noto, l'unico atto di regolamentazione vigente della materia Ŕ costituito dalla circolare 22/2011, che disciplina le modalitÓ di accesso al fondo in attuazione di quanto previsto dalla legge 10/2011.
La suddetta circolare prevede, come uniche forme di sostegno al reddito previste dalla normativa nazionale integrabili tramite le misure previste dal Fondo regionale , la Cassa Integrazione in Deroga (CIGD) e la MobilitÓ in Deroga.
Ci˛ premesso, per l'anno 2016, le forme di sostegno al reddito attivate dall'INPS in discendenza della regolamentazione nazionale sono molteplici e diversificate, a seconda della condizione di sospensione o licenziamento dei lavoratori del settore. Si elencano di seguito quelle risultanti dal censimento (parziale) che sinora ha interessato 1143 lavoratori su circa 8.200 costituenti la potenziale platea dei beneficiari.
NASPI - ASPI - ASDI - FIS -FIR - CIGS - CIG
Per nessuno dei dipendenti - o ex dipendenti - percettori di tali forme di sostegno ricorrono pertanto le condizioni di applicazione della menzionata circolare 22/2011. Inoltre, le percentuali delle quote a carico delle misure nazionali differiscono a seconda della tipologia di sostegno adottata, e non Ŕ possibile - attraverso la consultazione del sistema informativo dei percettori del sostegno al reddito effettuata presso il sito dell'INPS - individuare quale sia stata la somma assegnata e liquidata, e se la stessa sia equivalsa al massimale adottato.
Pertanto, l'Ufficio non dispone delle informazioni per rispondere alle richieste pervenute. Tale informazione potrÓ essere resa (in maniera massiva, come per tutte le comunicazioni analoghe sinora rese pubbliche sulla pagina web dell'Ufficio) una volta a conoscenza dei dati necessari.
                                                                                                                             Il Dirigente dell'Ufficio
                                                                                                                                 Michele Lacagnina