Lunedì, 05 dicembre 2022
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea | Dipartimento della pesca mediterranea | Aree tematiche | Altri contenuti | Studi e Ricerche | Ruolo crostacei risorsa ittica Mediterraneo

Il ruolo dei crostacei come risorsa ittica nel Mediterraneo centro-meridionale

Ricerca e sviluppo per l'industria siciliana di stabulazione del tonno rosso

Rapporti semestrali 2011/2012 del progetto di studio denominato "Il ruolo dei crostacei come risorsa ittica nel Mediterraneo centro-meridionale" in corso di esecuzione da parte dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'agricoltura e l'alimentazione (FAO) nell'ambito del regime convenzionale sottoscritto con il Dipartimento degli Interventi della Pesca in data 23 dicembre 2010 (rif. D.D.G. n. 465/2010). Il lavoro si inserisce tra le attività principali del Progetto FAO MedSudMed (Valutazione e Monitoraggio delle Risorse Ittiche e gli Ecosistemi nello Stretto di Sicilia), di cui si pubblica la relativa scheda progetto in lingua inglese.



Scheda sintetica informativa

Titolo dello studio
Il ruolo dei crostacei come risorsa ittica nel Mediterraneo centro-meridionale
(FAO - simbolo progetto GDCP/INT/010/ITA)

Soggetto attuatore
Organizzazione delle Nazioni Unite per l'agricoltura e l'alimentazione (FAO) - Roma

Responsabile
Dott. Enrico Arneri - Project Coordinator FAO

Obiettivi
Lo studio si inserisce tra le attività principali del Progetto FAO MedSudMed (Valutazione e Monitoraggio delle Risorse Ittiche e gli Ecosistemi nello Stretto di Sicilia - GCP/RER/010/ITA), con lo scopo di rafforzarne l'efficacia delle azioni sulle questioni più rilevanti nell'area centro-sud del Mediterraneo.
L'impatto generale dello studio sui crostacei coincide quindi con quello di MedSudMed nell'impegno di sostenere la gestione responsabile della pesca con particolare attenzione ai crostacei demersali, fissando il livello ottimale di produzione di pesca e nello stesso tempo promuovendo la conservazione dell'ecosistema marino nell'area del progetto.
In concordanza con gli altri progetti regionali FAO operativi nel Mediterraneo, lo studio sui crostacei mira anche - tramite la cooperazione - allo sviluppo della capacità tecnica dei diversi paesi partecipanti. Nello specifico si cerca di sviluppare una base conoscitiva comune, sostegno fondamentale per le procedure internazionali implicate nella gestione della pesca. La cooperazione scientifica tra i paesi mediterranei è indispensabile, rafforzandosi inoltre la rete permanente stabilita tra i principali istituti presenti ed impegnati in attività relative alla gestione della pesca.
Tra gli obiettivi immediati dello studio, possiamo quindi così sintetizzare:
1) rafforzare il coordinamento scientifico tra i diversi istituti che partecipano nelle attività del progetto; migliorare le capacità scientifiche per quanto concerne i crostacei e le specie bersaglio ad essi associate; consolidare le competenze tecniche in linea con l'approccio eco-sistemico alla pesca;
2) incrementare lo scambio di informazioni e la disseminazione dei risultati scientifici.

Data dello Studio
30 settembre 2013



Il ruolo dei crostacei come risorsa ittica nel Mediterraneo centro-meridionale

Adobe Portable Document Format Relazione 1° Semestre (mar. - ago 2011) (Dimensione documento: 62806 bytes)