Domenica, 16 gennaio 2022
Il portale: ricerca
Home 
Home | Strutture regionali | Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identitÓ siciliana | Info e documenti | Avvisi e comunicazioni | 14-MAG-2021-SISTEMAZIONE MOKARTA

14-MAG-2021 - A MOKARTA (SALEMI) LA PREISTORIA CI ATTENDE IN UN SITO ARCHEOLOGICO COMPLETAMENTE RIPULITO

Inserire testo che descrive l'immagine quando questa viene inserita

L'ASSESSORE SAMON└: "LA BELLEZZA RIPARTE DA UN LUOGO UNICO CHE TESTIMONIA UNA SICILIA BEN STRUTTURATA SIN DALLA PREISTORIA"

Il sito archeologico di Mokarta Ŕ stato ripulito dalle erbacce e risistemato in attesa che si avvii la stagione delle visite, grazie all'intervento del Parco Archeologico di Segesta.
Mokarta Ŕ un luogo speciale e sconosciuto ai pi¨, ma che custodisce preziose testimonianze della preistoria della Sicilia. Siamo nel comprensorio di Salemi (Helicyae), in provincia di Trapani, in un contesto ambientale di grande suggestione che mostra i segni di una civiltÓ strutturata, molto vicina a quelle che sono le abitudini e i modi di vivere delle comunitÓ rurali della Sicilia che abitano da sempre le aree interne.

"In uno spazio che mostra i resti in pietra di quindici abitazioni circolari dall'ingresso a forcipe - sottolinea l'assessore dei Beni culturali e dell'identitÓ siciliana, Alberto SamonÓ - si conserva fin dalla preistoria la memoria di una popolazione antica e di un luogo unico al mondo. Insediamenti come Mokarta ci dicono da dove veniamo, raccontando il nostro passato ancora oggi con grande forza e costituiscono ambiti storico-archeologici che vanno approfonditi, valorizzati e studiati con ancora maggiore attenzione. Un sito - aggiunge l'assessore SamonÓ - che lo scorso anno aveva fatto parlare di sÚ per un incendio, dovuto alla presenza di sterpaglie, ma che quest'anno si presenta ripulito e sistemato, con i percorsi e i camminamenti interni ben visibili. ╚ la direzione che intendiamo perseguire: quella della cura e dell'attenzione per i nostri luoghi della storia e della cultura".

"La collina dove si trova il sito archeologico di Mokarta - dice la direttrice del Parco archeologico di Segesta, Rossella Giglio - Ŕ un luogo di suggestiva bellezza e di grande interesse che merita di essere inserito nei percorsi turistico-archeologici della Sicilia occidentale. Lo scheletro della giovane Nina e i manufatti rinvenuti durante gli scavi che, ad oggi, si presentano quasi integri, ci raccontano di un villaggio la cui fine Ŕ legata ad un evento improvviso e traumatico che coinvolse l'intero insediamento sul finire dell'etÓ del Bronzo. I vasi di uso domestico rinvenuti, le scodelle, i boccali, le coppe su piede, olle e vasi rituali sono preziose testimonianze che ci aiutano a ricostruire la storia di una Sicilia antica di cui la Mokarta emersa costituisce solo una piccola parte dell'immenso patrimonio ancora coperto".