Home | Legge regionale n.11 del 17 novembre 2009

Credito d'imposta per nuovi investimenti e per la crescita dimensionale delle imprese

 

Regione siciliana

Assessorato regionale dell'economia

Dipartimento regionale delle finanze e del credito

Logo Credito d'imposta

La Regione Siciliana continua a puntare, in questa difficile congiuntura economico-finanziaria, caratterizzata da una drammatica crisi produttiva e occupazionale, sullo strumento del credito di imposta per gli investimenti, come specifica leva di politica di sviluppo regionale. Recuperando le risorse residue stanziate per il 2013, grazie all'impegno del Governo è stato possibile determinare anche per il nuovo anno i termini di presentazione di nuove istanze di accesso al credito di imposta.
La destinazione di oltre 8 milioni di euro di incentivazione fiscale agli investimenti costituisce una piccola ma importante testimonianza della ferma volontà del Governo regionale di intervenire a favore delle imprese e per il rilancio dell'economia isolana.
L'impegno è quello di trovare ulteriori e maggiori risorse, anche con un rinnovata interlocuzione con la Commissione europea, sulla base dei nuovi orientamenti sugli aiuti di Stato, che possano consentire di riattivare strumenti di sostegno agli investimenti delle imprese anche per i successivi anni di programmazione delle politiche di sviluppo regionale.

Di seguito, alcune informazioni sull'iter e sulle modalità di accesso allo strumento agevolativo.

I nuovi orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2014-2020 prevedono, tra l'altro, la proroga al 30 giugno 2014 dei precedenti orientamenti 2007-2013, subordinando ogni eventuale prolungamento dei regimi approvati alla notifica alla Commissione europea con procedura semplificata.

L'articolo 2, comma 3, della legge regionale 5 dicembre 2013, n. 21 (pubblicata sul S.O. n. 30 alla GURS n. 54 del 6 dicembre 2013) prolunga al 30 giugno 2014 il termine per l'effettuazione degli investimenti, di cui all'articolo 1, comma 1, della legge regionale 17 novembre 2009, n. 11.

Tale regime di proroga è stato autorizzato dalla Commissione Europea con decisione C (2013) 9664 del 19 dicembre 2013.

Successivamente è stato quindi emanato il decreto assessoriale n 12 del 21 gennaio 2014 con il quale sono stati determinati per l'anno 2014 i seguenti termini di presentazione delle istanze di accesso al credito d'imposta di cui alla legge regionale 17 novembre 2009, n. 11 e s.m.i.:

- le istanze - Modello ICIS - di cui all'articolo 1, lett. a) del citato D.A. n.91/2011 dovranno essere trasmesse dalle ore 10.00 del 18 febbraio alle ore 24.00 del 22 febbraio;

- La trasmissione telematica dei dati contenuti nelle istanze dovrà essere effettuata, utilizzando il prodotto di gestione denominato "CREDITOIMPOSTASICILIA" reso disponibile dal 3 febbraio 2014 sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.it.



Per saperne di più

 

Pagina di approfondimenti sulla Legge Regionale n.11 del 17 novembre 2009

 

Segui l'iniziativa su Facebook Segui l'iniziativa su Facebook (nuova finestra)



QR Code

 

 

Per accedere ai contenuti da QRCode, è necessario utilizzare un telefono cellulare o smartphone dotato di fotocamera digitale ed apposito software (lettore del QR code). Il nome QR è l'acronimo dell'inglese "quick response" (risposta rapida). I lettori QRCode sono dei piccoli programmi, chiamati anche QR reader, e sono spesso già installati nei cellulari / smartphone di ultima generazione. Una volta aperto il lettore QRcode dal cellulare ed individuato il codice QR, bisogna inquadrarlo tramite la fotocamera digitale del telefono, che si collegherà all'indirizzo corrispondente.