Regionalismo differenziato Musumeci:
Regionalismo differenziato Musumeci: "Al Sud serve un nuovo Piano Marshall"

Per il governatore c'è il rischio che chi è ricco lo diventi sempre di più. Appello a Conte

La Regione Informa
OSPEDALE SAN MARCO - Catania, prosegue il trasferimento dei reparti
OSPEDALE SAN MARCO

Continua l'attività di popolamento del nuovo presidio ospedaliero San Marco di Catania dove ieri sono stati trasferiti, dal vecchio Vittorio Emanuele, il servizio di ialisi dell'Unità operativa di nefrologia. Si tratta del primo ambulatorio che va ad occupare gli spazi del plesso B del nuovo ospedale: così è stata aperta anche parte della lunghissima 'main street' che attraversa l'intera struttura consentendo l'accesso ai padiglioni. Aperto anche l'ingresso B. Stamattina, invece, è stata la volta dei primi pazienti di medicina interna e si prosegue, secondo il cronoprogramma stilato dall'Azienda Policlinico Vittorio Emanuele, con i reparti di Angiologia e Malattie infettive.
A osservare le operazioni di trasferimento anche l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza che, accompagnato dal direttore generale facente funzioni Giampiero Bonaccorsi e dal direttore sanitario Antonio Lazzara, ha effettuato un breve sopralluogo proprio nell'ambulatorio del servizio di dialisi diretto da Carmelita Marcantoni. Razza ha visitato i locali del nuovo pronto soccorso pediatrico che aprirà i battenti giovedì prossimo. Alle ore 15 del 26 luglio, infatti, diventerà operativa la struttura di emergenza urgenza per bambini realizzata nel nuovo nosocomio che sorge nel quartiere Librino e da quella scadenza nessuna emergenza/urgenza pediatrica sarà più disponibile presso il Vittorio Emanuele. Il pronto soccorso pediatrico avrà sede all'edificio A/ II livello, sarà aperto 24 ore al giorno e avrà il supporto del reparto di Pediatria allocato allo stesso piano con 20 posti letto.
Dopo l'estate si continuerà con tutte le specialità residue rimaste al Vittorio Emanuele e infine si completerà l'operazione San Marco con l'apertura del pronto soccorso generale, che sarà destinato a servire soprattutto la popolazione della zona sud di Catania.
 



CATTEDRALE DI AGRIGENTO - Da Conferenza servizi via libera a consolidamento
CATTEDRALE DI AGRIGENTO

«Abbiamo fatto in un anno quello che non era stato fatto in sette anni. Da oggi comincia il conto alla rovescia per affidare i lavori che debbono fermare la frana della collina che regge la cattedrale di Agrigento». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, al termine della conferenza dei servizi che si è tenuta stamane a Palazzo d'Orleans e nel corso della quale è stato raccolto il parere favorevole di tutti gli enti deputati alla tutela dei vincoli presenti sull'area nella quale si dovrà intervenire per per assicurare stabilità all'intero versante sul quale sorge il Duomo.
Il progetto definitivo, elaborato dalla Technital di Verona, è già in possesso dell'Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal governatore e diretto da Maurizio Croce, e la fase realizzativa, dopo il passaggio tecnico di oggi, è ormai a un passo.
«Adesso - aggiunge Musumeci - sarà possibile redigere entro settembre il progetto completo in tutti i suoi aspetti, compresi questi ultimi indispensabili pareri raccolti: l'ultimo traguardo prima di effettuare i lavori che, oltre a scongiurare il rischio di disperdere ciò che è stato fatto sulle strutture del Duomo anche con il determinante contributo finanziario della Regione, garantirà ai cittadini di Agrigento la certezza di non dovere mai più rinunciare al principale tempio sacro, riaperto dopo otto lunghissimi anni».
Nella Città dei Templi, la Giunta aveva recentemente tenuto una riunione nel corso della quale è stata deliberata una rimodulazione dei fondi del Patto per il Sud proprio per reperire le risorse necessarie - circa venticinque milioni di euro - per realizzare l'intervento.



DISSESTO IDROGEOLOGICO - Ravanusa, si consolida la zona est del centro abitato
DISSESTO IDROGEOLOGICO

Possono partire i lavori di consolidamento della zona bassa - quella a est - del centro urbano di Ravanusa, Comune dell'Agrigentino attraversato sin dagli anni '60 da una profonda lesione che, nel tempo, ha compromesso la stabilità di infrastrutture e abitazioni. L'Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce, li ha assegnati all'Associazione temporanea di imprese, con sede legale a Maletto, Scs Costruzioni edili - Ciesseci che se li è aggiudicati per un importo di tre milioni e 665 mila euro. Sei i mesi previsti per portarli a termine. Sull'intera zona, classificata R4 perché considerata ad alto rischio idrogeologico, l'amministrazione nel 2001 fu costretta a imporre il blocco di edificabilità che, alla luce dell'imminente intervento, si spera in prospettiva di poter rimuovere anche per ridar fiato al settore edile e rispondere alle nuove esigenze abitative. I lavori interesseranno, in particolare, l'area compresa tra la via San Giuseppe e la via Ibla, situata a una quota di circa 295 metri sul livello del mare, con pendenze medie del 6 per cento. Le opere di consolidamento previste dal progetto consistono principalmente nella realizzazione di paratie di pali trivellati con cordolo in conglomerato cementizio. A queste si aggiungeranno quelle per la raccolta delle acque piovane, in particolare di quelle da indirizzare sulle aste torrentizie di contrada Canale, dove saranno utilizzate tecniche di ingegneria naturalistica per eliminare i fenomeni di instabilità che interessano la superficie. Indispensabile, inoltre, l'eliminazione di tutte le infiltrazione dovute al cattivo stato di conservazione dei tracciati fognari e idrici. L'obiettivo è anche la rifunzionalizzazione e il ripristino dell'intero reticolo idrografico mediante l'adeguamento delle sezioni idrauliche esistenti.



VIABILITÀ - Cassibile, affidata gara per la demolizione del casello
VIABILITÀ

Come preannunciato nei giorni scorsi dall'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, si è chiusa ieri la procedura per affidare i lavori di demolizione del casello di Cassibile, lungo l'autostrada Siracusa-Gela. «Lo avevamo detto e così è stato fatto. Ieri il Cas, rispettando i tempi prestabiliti, ha recepito le offerte e assegnato l'appalto. Procediamo a passo spedito - dichiara l'assessore Falcone - negli interventi che devono restituire dignità all'autostrada Siracusa-Gela». Come rende noto il Cas, ad aggiudicarsi l'opera - dal valore complessivo di circa 290mila euro - la società Edilcentro grazie a un'offerta con un ribasso del 24,69 per cento. «L'intervento - prosegue l'esponente del Governo Musumeci - consisterà nello smontaggio delle opere d'arte, nella ricucitura della pavimentazione del casello, nella riqualificazione dell'asfalto antistante e retrostante la barriera. Prevista inoltra la ricollocazione dei guard rail. Nelle prossime settimane, come promesso, abbatteremo il pericoloso e inutile casello di Cassibile, recependo così le istanze provenienti dal territorio e dagli automobilisti. Troppi gli incidenti finora registrati - conclude Falcone - a causa di una barriera costruita male e priva di qualsiasi funzionalità».



AUTOSTRADA SR-GELA - L'assessore Falcone nei cantieri di Rosolini e Ispica
AUTOSTRADA SR-GELA

Sopralluogo dell'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone nei cantieri dei lotti 6, 7 e 8 dell'autostrada Siracusa-Gela, accompagnato dal presidente del Cas Francesco Restuccia, dalla sua vice Chiara Sterrantino, dal capo della segreteria tecnica Maurizio Siragusa e dal direttore del Cas Salvo Minaldi. L'esponente del Governo Musumeci ha preso atto della decisa ripartenza dell'opera, dal valore di 120 milioni, che si dispiega lungo un tracciato autostradale di quasi 20 km fra Rosolini e Modica. Lo sviluppo di tale arteria dovrà completarsi in 36 mesi da marzo 2019. Prima della visita ai cantieri, Falcone ha tenuto una riunione tecnica con i vertici del Cas, l'impresa Cosedil, i lavoratori, le rappresentanze sindacali e i parlamentari del territorio. Sul tavolo il monitoraggio delle opere già effettuate, il crono-programma dei lavori da conseguire e i pagamenti a imprese, fornitori e maestranze. «Oggi abbiamo voluto compiere un approfondito focus - ha commentato l'assessore - sullo sviluppo di questa infrastruttura intercorso da marzo ad oggi. La produttività dei cantieri sul lotto Rosolini-Ispica è addirittura superiore rispetto a quanto previsto dal cronoprogramma dell'opera. Apprezziamo la generosità e l'impegno che l'imprenditoria locale e siciliana sta mettendo in questa opera e siamo convinti che entro luglio/agosto 2020 si possano consegnare i primi 10 chilometri alla pubblica fruizione. In autunno - preannuncia poi Falcone - l'impresa si è impegnata inoltre a conseguire un altro strategico traguardo: aprire il casello di Rosolini, finalmente completato, adeguato e interamente aperto al traffico. Entro agosto invece sarà completato il viadotto Salvia, lungo circa 1 km, e asfaltato in entrambe le direzioni di marcia». «Questi primi risultati concreti danno una chiara dimostrazione di come la cura di risanamento attuata dal Governo Musumeci sul Cas sta dando tangibili riscontri grazie ai quali i territori avranno significative ricadute. L'ente è finalmente in grado di rispettare gli impegni finanziari e di esercitare, sotto l'impulso costante del Governo regionale, una vigilanza concreta e virtuosa sui lavori in corso. Completare la Rosolini-Modica significa ribaltare gli stereotipi, la narrazione negativa di cui la Sicilia è rimasta vittima a causa delle gestioni allegre del passato, restituendo al Sud-est un'infrastruttura moderna e vitale per lo sviluppo del territorio. C'è ancora molto da fare - ha concluso l'assessore Falcone - ma siamo abbastanza fiduciosi».



SALUTE - Messina capitale della sanità siciliana
SALUTE

Messina capitale della sanità siciliana. E' in corso nell'aula magna dell'università del capoluogo peloritano, infatti, la prima Conferenza regionale del Ssr, a cui partecipano tutti i componenti del management delle Aziende del Sistema sanitario regionale, i dirigenti generali dei dipartimenti dell'assessorato alla Salute e una rappresentanza della struttura assessoriale. Ad aprire i lavori è stato il rettore dell'Università di Messina, Salvatore Cuzzocrea, mentre sarà il presidente della Regione, Nello Musumeci (atteso per 18) a concludere la sessione.



In evidenza

NOTIZIE

Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia

Aggiornamento del piano di gestione del distretto idrografico della Sicilia...

 

Dipartimento della funzione pubblica e del personale

Avviso - Sorteggio pubblico componenti commissioni esaminatrici bandi assunzione personale Ufficio Stampa e Documentazione...

 

Assessorato delle attività produttive

Avviso pubblico di ricerca di sponsorizzazioni per il Padiglione Italia a Expo Dubai 2020  (ex art.19 d.Lgs. 50/2016)...

 

Dipartimento delle autonomie locali

Avviso - Iscrizione seminario polizia municipale "La Comunicazione per la Polizia Locale: credibilità, immagine e motivazione al ruolo"

 ...

 

Dipartimento dell'energia

AVVISO PUBBLICO - Elettrodotto in cavo doppia terna a 150 KV "CP Augusta 2 - CP Filonero"

 ...

 

Dipartimento della funzione pubblica e del personale

Avviso pubblico - Consultazione per l'aggiornamento del codice di comportamento dei dipendenti della Regione Siciliana e degli enti, di cui all'art. 1 della legge regio...

 

Assessorato delle attività produttive

Avviso -  Expo Dubai 2020 - "Request for proposal per i partner tecnici per il Padiglione Italia"

Proroga termini

Per ulteriori informazioni:...

 

Segreteria generale

Avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla concessione da parte della Regione Siciliana di un sostegno economico sotto forma di contributo ex art. 128 L.R. 11/2010 e ss.mm.ii. - Eserc...

 

Segreteria generale

Pubblicazione Avviso di Udienza prevista per il giorno 9 maggio 2019, emesso dalla 5° Sezione Penale del Tribunale di Palermo ...

 

Dipartimento delle autonomie locali

Elezioni amministrative 2019 

Il 28 aprile 2019 si svolgeranno in Sicilia le consultazioni elettorali per le elezioni dei Sindaci e dei Consigli comunali di 34 Comuni,...

 

Dipartimento dell'energia

Avviso pubblico - Elettrodotto in cavo semplice terna a 150 kV "S.E. Melilli - C.P: Priolo" e demolizione degli elettrodotti aerei a 150 kV S.E. Melilli - C.P. Priolo&r...

 

Dipartimento del bilancio e del tesoro - Ragioneria generale della Regione

Manifestazione di interesse - Personale da inquadrare in posizione di comando ex art. 26, comma 12, l.r. 16/04/2003, n. 4 e ss.mm. ed ii...

 

Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza

Adozione del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPCT) - Aggiornamento 2019-2021. Il Presidente della Regione, con decreto n. 507/GAB del 31 gennaio 2019, su ...

 

Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Avviso pubblico per la presentazione di progetti relativi ad interventi per spese di investimento nel settore dei teatri.

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di co...

 

Presidenza della Regione

Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regionale. L'avviso di manifesta...

 

Assessorato delle attività produttive

EXPO DUBAI 2020 - Realizzazione padiglione Italia - Manifestazione di interesse

Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse - termine di presentazione...

 

Assessorato dell'energia e dei servizi di pubblica utilità

Servizio idrico integrato - Art.50, commi 1, 2 e 3, L.R.n.10/2011 - Comitato consultivo degli utenti - Designazioni...

 

Presidenza della Regione

Istituzione Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regio...

 

Dipartimento della pianificazione strategica

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Cos'è e come attivarlo....

 

Segreteria generale

Elenco delle procedure d'infrazione Europee di interesse della Regione...

 


Dall'Europa
Sicilia da Vivere