Fs, ripartono i lavori tra Cefalù e Castelbuono
Fs, ripartono i lavori tra Cefalù e Castelbuono

Doppio binario, dopo 5 anni riapre cantiere sulla linea Messina-Palermo

La Regione Informa
AGRICOLTURA - Grani antichi, iter per tutelare il Russello ibleo
AGRICOLTURA

Via libera all'unanimità, da parte della "Commissione di valutazione delle richieste di iscrizione al registro nazionale delle varietà da conservazione" istituita presso il dipartimento regionale Agricoltura e presieduta dal dirigente generale Carmelo Frittitta, per l'inoltro al ministero per le Politiche agricole, del riconoscimento della varietà locale da conservazione di grano duro "Ruscia", avente quale sinonimo "Russello ibleo". Grazie a questa stessa Commissione, composta oltre che dal dipartimento Agricoltura, dal Crea (Consiglio per la ricerca e l'analisi in agricoltura), dalla Stazione di granicoltura per la Sicilia, dal servizio Fitosanitario regionale, dalle Università di Palermo e Catania e dal Consorzio di ricerca "Gian Pietro Ballatore", si è resa già possibile l'iscrizione di 14 varietà da conservazione di grano duro e 2 varietà di grano tenero, nel "Registro nazionale delle varietà da conservazione di specie agrarie e delle specie ortive".
L'assessore Bandiera sottolinea l'importanza del passo compiuto, in termini di valorizzazione delle produzioni cerealicole siciliane con la possibile refluenza positiva sul tessuto produttivo dell'area Iblea, tenuto conto del tradizionale legame con tale varietà. Per l'Assessore regionale per l'Agricoltura, Edy Bandiera: "Dopo essere stati l'unica regione italiana a poter emettere decreto di deroga alla ripetizione pluriennale del grano biologico, oggi, l'auspicato riconoscimento da parte del Ministero segnerà l'inizio di una produzione qualitativamente più elevata e rappresenterà il primo passo per la creazione di una filieravirtuosa, che andrà a valorizzare i derivati della lavorazione del "Russello Ibleo" e renderà ancora più stringente il legame fra tale varietà ed il suo territorio d'origine, generando un importante valore aggiunto, fondamentale per la sostenibilità economica del nostro tessuto produttivo".



RIFIUTI - Da Tar ok a servizio in 13 Comuni del Palermitano
RIFIUTI

Via libera al servizio di raccolta rifiuti in 13 Comuni della provincia di Palermo. La terza sezione del Tar ha respinto il ricorso di una ditta che contestava l'esito della gara, che prevedeva tra l'altro lo spazzamento, la raccolta, il trasporto dei rifiuti e attività di logistica. Ad aggiudicarsi l'appalto è stata l'associazione temporanea d'impresa formata Multiecoplast e Caruter. Il rischio che correvano gli enti locali era la sospensione della gara con gravi difficoltà gestionali anche alla luce della scadenza dei commissari a partire dal 1 aprile, il tutto alle porte dell'estate. La decisione del Tar scongiura l'emergenza e consente finalmente di avviare il servizio ordinario ad Altavilla, Baucina, Caccamo, Campofelice di Fitalia, Cefalà Diana, Cefalù, Cerda, Ciminna, Mezzojuso, Sciara, Trabia, Ventimiglia di Sicilia e Villafrati. "Ringrazio gli uffici - spiega l'assessore regionale all'Energia e servizi di pubblica utilità - per avere seguito la vicenda passo dopo passo. Si mette a posto un altro tassello per riportare la gestione dei rifiuti in Sicilia all'ordinarietà".
I giudici nell'ordinanza spiegano che "nel bilanciamento dei contrapposti interessi, il presunto danno, di natura patrimoniale, lamentato dalla ricorrente si palesa comunque recessivo rispetto all'assegnazione dell'appalto che ha ad oggetto un servizio pubblico di assoluta necessità, qual è quello in questione, in quanto avente ad oggetto la raccolta dei rifiuti solidi urbani".



VILLA D'ORLEANS - Cova eccezionale di avvoltoi, lavori sospesi
VILLA D'ORLEANS

Tra meno di un mese, in una delle gabbie di Villa d'Orleans, dovrebbero vedere la luce due piccoli avvoltoi della specie capovaccaio, che andranno ad aggiungersi agli altri quattro nati negli anni scorsi (nella foto). Un evento eccezionale, considerata la difficoltà per questi volatili a riprodursi in cattività ma, ormai, anche in natura. Solo in Toscana esiste un centro di allevamento per il capovaccaio, un rapace particolarmente delicato e la cui riproduzione è messa sempre più a rischio dai mutamenti ambientali e dai nuovi metodi di gestione degli allevamenti poiché, oltre che di animali morti, si nutre principalmente della placenta delle mandrie. L'anno scorso, un'altra nidiata non andò a buon fine e adesso, per consentire alla femmina un periodo di cova tranquillo, i lavori nel Parco annesso al Palazzo in cui ha sede la presidenza della Regione Siciliana a Palermo, sono stati fermati, su disposizione del governatore Nello Musumeci, fino al 15 maggio.
Già da una settimana, infatti, le maestranze avevano fatto il loro ingresso nella villa per l'avvio del restauro paesaggistico di cui si occuperà la ditta Zab di Favara che si è aggiudicata la gara bandita dall'amministrazione nel febbraio scorso sulla piattaforma MePa.
Due i progetti finanziati dall'assessorato ai Beni culturali: il primo prevede il ripristino della pavimentazione di viali e sentieri per un totale di duemila metri quadrati; l'altro, invece, riguarda la sistemazione didattica e didascalica dell'intera segnaletica, che si riferisce a flora e fauna e delle mappe dei percorsi interni. Chiuso da oltre un anno, dopo che la Prefettura aveva disposto l'adeguamento degli impianti di sicurezza, il Parco d'Orleans potrà riaprire al pubblico in estate.
«Il prolungarsi dell'annoso contenzioso sulla proprietà degli animali - spiega il presidente Nello Musumeci - ha creato una situazione di impasse che soltanto adesso possiamo superare restituendo alla gente un vero e proprio gioiello colpevolmente trascurato e lasciato in uno stato di totale abbandono. Abbiamo programmato un restyling che consenta di ridare splendore a quello che, ancora oggi, è considerato uno dei Parchi urbani più rigogliosi d'Italia e adesso, in un paio di mesi, lo riapriremo al pubblico offrendo anche la possibilità di effettuare visite guidate».
Il governatore, nel sottolineare come il sopraggiunto stop ai lavori sia stato consigliato dagli zoologi che si occupano delle specie ospitate nel parco, assicura che durante i lavori «saranno assunte tutte le precauzioni indispensabili per salvaguardare gli animali e le piante». Musumeci annuncia anche un intervento per aumentare il comfort dei visitatori. «E' in fase di progettazione - dice - la realizzazione all'interno del Parco di alcuni edifici da adibire a bookshop e caffetteria, un'area di ristoro che consenta una piacevole sosta».
Per la valorizzazione della Villa, sotto l'aspetto botanico ma anche architettonico e zoologico, la Regione si affiderà al professore Giuseppe Barbera, docente di colture arboree all'Università di Palermo ed esperto di paesaggi e giardini storici. «Il suo apporto - conclude il presidente Musumeci - sarà prezioso anche per ripristinare le migliori condizioni di vivibilità di ogni specie vegetale e animale che si trova all'interno del Parco e che, nel tempo, hanno subito inevitabili alterazioni».

 



ISTRUZIONE - Intesa per promuovere la cultura italiana nel mondo
ISTRUZIONE

È stato firmato giovedì, nella Sala Mattarella di Palazzo dei Normanni, un protocollo d'intesa tra l'assessorato regionale all'Istruzione e alla formazione professionale, l'Ersu di Palermo e il Cgie, Consiglio generale degli Italiani all'estero, che li impegna in un percorso di attività comuni volte a promuovere la conoscenza della cultura italiana nel mondo. "Sono convinto che il Cgie possa fornirci buoni elementi di contatto e di scambio - spiega l'assessore Roberto Lagalla - per poter radicare ancora di più la tradizione delle culture provenienti da ogni parte del mondo con la nostra, che è italiana e internazionale insieme. Durante la mia esperienza di Rettore ho firmato tanti protocolli d'intesa ma sono convinto che la proposta del Cgie sia oggi più che mai importante per poter valorizzare lo scambio culturale e le opportunità che possono derivarne per il nostro Paese. È in questa direzione che vedo possibili occasioni per costruire un reticolo di conoscenze e alleanze che possono modificare in senso adeguato mentalità e cultura, perché solo attraverso una profonda modificazione visionaria della mentalità e della cultura che si possono superare gli steccati del passato". E infine Lagalla ha ricordato la figura di Piersanti Mattarella: "Un presidente della Regione volitivo e visionario, portatore di un cambiamento che mirava a sconvolgere una realtà incistita e stratificata. Un atteggiamento, il suo, che lo portò ad una morte orrenda ma ricordare il passato non è solo esercizio di memoria, significa attualizzare quel messaggio, mantenerlo vivo rispetto alle scelte possibili del presente ed operare affinché queste scelte siano sempre di più coerenti e conformi non solo a quel pensiero, ma a ciò che è giusto per questa Sicilia e per questo governo".



Molestie e violenza, finanziate 16 strutture
POLITICHE SOCIALI

Coordinato dall'assessore regionale delle Politiche sociali Antonio Scavone si è riunito questa mattina, presso la sede dell'assessorato Famiglia di via Trinacria a Palermo, il Forum permanente contro le molestie e la violenza di genere. A farne parte esponenti delle forze dell'ordine, della magistratura, della Regione Siciliana, dell'Ars, dei Comuni, della scuola e delle associazioni competenti.
Tra i temi trattati lo stato di attuazione della programmazione 2017/2018, la nuova programmazione 2019/2020, l'analisi delle criticità relative alla rete di ricovero per le donne vittime di violenza, la definizione delle linee guida relative alla rete regionale antiviolenza .
Nel corso dell'incontro l'assessore Scavone ha comunicato che è stata approvata la graduatoria per la concessione dei contributi finalizzati alla realizzazione di nuove case di accoglienza ad indirizzo segreto e di strutture di ospitalità in emergenza in favore di donne vittime di violenza.
"Abbiamo finanziato 16 nuove strutture dando priorità a quelle inserite nei distretti sociosanitari che non avevano case di accoglienza- ha dichiarato Scavone- un provvedimento che si aggiunge a quello di qualche settimana fa con cui avevamo dato il via libera all'apertura di 31 sportelli di ascolto per le donne vittime di violenza".
Tra i compiti del Forum, che verrà riunito con cadenza trimestrale, quello di esprimere pareri alla Giunta regionale sugli atti relativi agli indirizzi da adottare e sui contributi regionali nonché quello di formulare proposte nell'ambito di prevenzione e contrasto alle molestie e alla violenza di genere .
"Questa mattina abbiamo condiviso con i componenti del Forum la linea che questo governo regionale intende portare avanti in materia registrando pareri favorevoli- ha aggiunto l'Assessore delle Politiche Sociali- che in sintesi si può riassumere in: aumentare la soglia dei contributi per la gestione delle strutture, degli sportelli e dei centri già esistenti, creare strutture e sportelli di ascolto anche per gli uomini maltrattanti, avviare la formazione degli operatori dei servizi sociali-sanitari e forze dell'ordine, creare un portale informatico regionale per raccogliere dati statistici e diffondere le iniziative per il contrasto della violenza alle donne".
"Il Forum, che è un organo consultivo - ha concluso Scavone - è la naturale sede di dialogo e confronto in materia di prevenzione e contrasto alle molestie di genere e, vista la sua composizione , saprà essere di grande aiuto al fine di ottimizzare le politiche del governo regionale in materia".
 



SALUTE - Si punta su prevenzione cardio-oncologica
SALUTE

La Sicilia è la prima tra le regioni italiane ad aver elaborato un percorso diagnostico terapeutico ed assistenziale (Pdta) in ambito cardio-oncologico: prende in via dall'assessorato per la Salute il primo percorso innovativo regionale in ambito nazionale, per i pazienti oncologici in trattamento con farmaci chemioterapici e a rischio di complicanze cardiovascolari, un provvedimento inedito in Italia per quanto riguarda l'assistenza dei pazienti che in alcuni casi sviluppano una patologia cardiovascolare mentre seguono il percorso di cura antineoplastico.
Ogni anno in Sicilia vengono diagnosticati in media 22.667 casi di tumore di cui 12.183 (53,7%) casi fra maschi e 10.484 (46,3%) tra femmine. La patologia oncologica/ematologica determina ogni anno nell'isola una media di 40.348 ricoveri ordinari di cui il 55% negli uomini e il 45% nelle donne. Sono invece 12.432 le persone che muoiono a causa di una patologia oncologica.
Gli effetti cardiotossici delle terapie antineoplastiche, oltre a causare complicanze nello stato di salute del paziente, alzano sensibilmente i costi pro-capite delle cure: per un paziente esposto a effetti cardiotossici, il costo che il servizio sanitario sostiene è di 10.870 euro l'anno, una cifra decisamente maggiore rispetto alle cure destinate a un paziente oncologico con cardiopatie, ma senza esposizione, 5.777 euro, mentre per un paziente oncologico senza alcuna cardiopatia la spesa sarà di 4.689 euro.
Il nuovo protocollo che definisce il Pdta, firmato dall'assessore alla Salute Ruggero Razza, è già stato apprezzato nel corso della seconda edizione dell'International Cardiology Symposium a Siracusa lo scorso novembre ed è stato presentato stamattina a Villa Malfitano Whitaker nel corso di un convegno. Nell'ambito dello sviluppo e miglioramento delle attività di pianificazione e programmazione sanitaria regionale e in un'ottica di Health Technology Assessment (HTA), il documento è stato realizzato da un Gruppo di lavoro multidisciplinare, composto dai rappresentanti delle principali società scientifiche ed esperti del settore coinvolti nella gestione clinica assistenziale dei pazienti affetti da tumori - coordinato per l'Assessorato dal cardiologo Giovanni De Luca, dirigente del Servizio Qualità e Sicurezza.
In particolare il nuovo PDTA definisce un programma di sorveglianza per limitare con maggiore efficacia l'eventuale effetto cardiotossico dei farmaci e prevede: la stratificazione del rischio cardiovascolare del singolo paziente neoplastico, una strategia di prevenzione; il monitoraggio del paziente sottoposto a trattamento; un'identificazione precoce dell'eventuale danno cardiovascolare e l'immediata cura. La prevenzione e il trattamento delle complicanze cardiovascolari riduce anche il rischio che la terapia antineoplastica venga sospesa. Il Nuovo protocollo è stato già recepito da tutte le Aziende sanitarie e ospedaliere dell'isola secondo le direttive assessoriali.
"Sono orgoglioso del lavoro svolto dall'Assessorato e per aver raggiunto un cosi importante risultato, riconosciuto in ambito nazionale e internazionale, a tutela dei pazienti, che hanno il diritto di ricevere ogni tutela da parte delle istituzioni - ha detto l'Assessore alla Salute Ruggero Razza. Il PDTA sulla cardio oncologia, insieme al nuovo Pdta per la cura del tumore al seno e per le neoplasia ereditarie, rappresentano un nuovo modo, più sicuro e trasparente, di fornire assistenza mirata ai pazienti affetti da cancro o sottoposti a trattamenti potenzialmente tossici, garantendo loro un approccio piu sensibile, uniforme ed omogeneo in tutto il territorio regionale".Toccherà adesso ai Commissari e ai Direttori Generali delle Aziende adottare i provvedimenti necessari per erogare ai pazienti oncologici in trattamento antineoplastico l'assistenza cardio oncologica prevista dal documento regionale.



In evidenza

NOTIZIE

Assessorato delle attività produttive

Avviso -  Expo Dubai 2020 - "Request for proposal per i partner tecnici per il Padiglione Italia"

Pubblicata la Request for Proposal (RFP), aperta a ...

 

Dipartimento dell'energia

Avviso pubblico - Elettrodotto in cavo semplice terna a 150 kV "S.E. Melilli - C.P: Priolo" e demolizione degli elettrodotti aerei a 150 kV S.E. Melilli - C.P. Priolo&r...

 

Dipartimento del bilancio e del tesoro - Ragioneria generale della Regione

Manifestazione di interesse - Personale da inquadrare in posizione di comando ex art. 26, comma 12, l.r. 16/04/2003, n. 4 e ss.mm. ed ii...

 

Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza

Adozione del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPCT) - Aggiornamento 2019-2021. Il Presidente della Regione, con decreto n. 507/GAB del 31 gennaio 2019, su ...

 

Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Avviso pubblico per la presentazione di progetti relativi ad interventi per spese di investimento nel settore dei teatri.

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di co...

 

Presidenza della Regione

Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regionale. L'avviso di manifesta...

 

Assessorato delle attività produttive

EXPO DUBAI 2020 - Realizzazione padiglione Italia - Manifestazione di interesse

Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse - termine di presentazione...

 

Assessorato dell'energia e dei servizi di pubblica utilità

Servizio idrico integrato - Art.50, commi 1, 2 e 3, L.R.n.10/2011 - Comitato consultivo degli utenti - Designazioni...

 

Presidenza della Regione

Istituzione Ufficio speciale per la progettazione regionale - Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell'Amministrazione regio...

 

Dipartimento della pianificazione strategica

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Cos'è e come attivarlo....

 

Segreteria generale

Elenco delle procedure d'infrazione Europee di interesse della Regione...

 


Dall'Europa
Sicilia da Vivere